ULTIM'ORA

Vergogna allo Stadium, Higuain-Benitez colpevoli!

20150416_hibs.jpg.pagespeed.ce.64VlNkmVvN

di Paolo Paoletti – Gente come Bristos non è degno di giocare in . Non ne ha i mezzi tecnici, non ne ha carattere e personalità. La testa a Morata non è solo un gesto antiivo, è la sintesi della inadeguatezza del giocatore e del Napoli ad impegni ad alta tensione. Come a Bilbao, a , contro la Lazio in Coppa , allo Stadium!
Benitez ha fallito, ma ancor più di lui De Lauerentis che lo scelto senza sapere che faceva, senza capire di calcio, ma solo per pararsi il culo dall’addio svergognante di .
Il Napoli è nel baratro, l’immagine più calzante è un Higuain impresentabile. Che farà bene a cambiare tutto a cambiare città.
Il primo gol segnato allo Stadium premia l’unico giocatore, un gregario ovviamente, che ha dato qualcosa a Torjno e per tutta la stagione: David Lopez nella sua mediocrità resta affidabile per quel che può dare.
Inutile pensare di avere che non una volta una, hanno risolto partite decisive.
Che dire di Albiol su Sturaro…?
Altra immagine sconcertante di questo Napoli. Neanche nel NAGC si facevano errori così.
Il 3-1 è ficante, ma ancor più la prestazione.
Benitez ha chiuso a sedere, inerme. Foto dello sconforto con cui si è misurato a Napoli. Più della rabbiosa reazione sul primo gol di Pereira, solito errore di una difesa che non sa difendere dagli attacchi esterni, ne da quelli centrali!!!
La partita non ha avuto storia: senza Tevez, Pirlo, Vidal,Bonucci alternatosi con Barzagli, Lichsteiner, Evrà, perfino Matri al quale è stato preferito il giovanissimo Coman, che ha fatto venire il mal di testa a mezzo Napoli.
Troppa differenza, innanzitutto di mentalità: il Napoli deve vergognarsi, il calcio è altra cosa dal molle palleggio intentato allo Stadium.
Un Napoli senza capo nè coda, senza orgoglio, senza dignità!
scappi e si ripresenti ai napoletani spiegando come sia possibile che la sua squadra non abbia niente a che fare con la città, dove solo di notte si vedono in giro tanti azzurri, sopratutti quelli di ‘cultura’ latino-americana dove la professionalità è una caratteristica istintiva e la noche è abitudine di vita!
Avremo tempo per raccontare quelle di Higuain e del suo compagno di merende Ghoulam; quando invece bisognerebbe restare chiusi in casa a costruire condizione mentale per le responsabilità che derivano dallo stipendio.
Il Napoli ha incassato il 50° gol in 37 partite, media da retrocessione…
Benitez ha annunciato una lettera di commiato, che sveli le verità che tutti sanno e nessuno dice oppure scappi senza saluti.
Non ha lasciato segni, del suo Napoli resta solo un angosciante falento.
Indipendentemente dai miracoli, dalla possibile vittoria della Roma nel derby, di una vittoria al con la Lazio.
La quarta festa della Juve è lo specchio di un potere che deriva da competenza, capacità gestionale, orgoglio.
Tutto ciò che manca al Napoli.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply