ULTIM'ORA

Calcio-mafia: Juve arrogante, Galliani sa tutto della tv.

1

di Antonella Lamole – risponde al Signor, Geometra Adriano Galliani sulla polemica per le immagini tv. La sintesi è non puoi piangere e fottere… “Pare ignorare che da decenni la sua figura professionale ha agito in seno a due comparti principalmente: il calcio e la televisione. Quindi pare ignorare che ogni evoluzione, tecnologica, normativa e reamentare sia passata sotto i suoi occhi, se non addirittura da lui decisa”. Ineccepibile e sopratutto vero!

-Milan 3-1 scatena finalmente polemiche sul ruolo della tv! La Juve ha vinto meritatamente, ma i dubbi sul di Tevez, sul filo del fuorigioco e snobbato dalle moviole, ripropongono la mafia televisiva nel pallone…
Ilaria D’Amico ha risposto alle accuse lanciate da Galliani prima e il Milan dopo in merito alle immagini tv diffuse in occasione della rete di Carlos Tevez nella gara dello ‘um’: “Tutto quello che viene fatto da noi è solo al servizio dello spettacolo e della logica di quello che viene in campo. Nessuno deve venire a dirci cosa è giusto fare, è tutto frutto del nostro pensiero personale e nessuno può tacciare la nostra professionalità di un orientamento. Qullo che noi facciamo cronaca”.

I replay non chiariscono al 100% la posizione dell’argentino e Adriano Galliani: “La produzione delle immagini nelle gare della Juve sono gestite dalla società stessa. Che scientemente non fa rivedere il replay dell’azione del primo ”.
“Bisogna fare chiarezza su un po’ di cose – spiega Caressa – Innanzitutto produzione televisiva: la produzione televisiva significa la produzione tecnica televisiva, ovvero posizionare le camere, mettere le camere e i cameraman. Poi sono i broadcaster che forniscono i registi, 6 , 3 -RTI e uno Rai per le 10 partite del campionato. Il regista, per esempio, ieri era un regista , non è quindi la che sceglie o non sceglie di mandare quelle immagini, come non è il Milan che sceglie di mandare o non mandare immagini quando la partita è prodotta in casa del Milan. Mi sorprende che questa cosa non si sappia, forse c’è stata una distrazione.

Nessuna distrazione, caro Caressa va bandito che il regista di -Milan sia di che per gli interessi di fa sorgere dubbi sul suo operato. Chi sceglie le immagini delle partite di calcio, sopratutto i replay delle dirette, non può essere pagato da , o rai che hanno evidenti interessi editoriali a proteggere e sosterenbe i club che fanno maggior ascolto: 12 mln di tifosi, Milan 8, Inter e Napoli 6, Roma 4,5 eccetera, eccetera…

Le immagini del calcio in Italia sono prodotte per tutte le squadre da una società, che è Infront. Tranne il Napoli e la che se le producono per conto loro. Perchè solo Napoli e Juve? Il problema fondamentale è avere un organo terzo su queste cose. E la non può esserlo!

L’amministratore deto del Milan, attacca direttamente la Juve. “Solleverò un putiferio nella prossima assemblea di affinché la possa produrre tutte le gare, senza concedere facoltà a un solo club di gestire in proprio le immagini – l’accusa di Galliani esplode sul – Al contrario delle altre squadre di A, la produzione delle immagini delle gare della Juve sono gestite dalla società stessa. sto il fatto che facciano vedere ciò che vogliono”.

I bianconeri si sono imposti 3-1, Galliani ha stato la produzione delle immagini della gara, gestita come sempre accade a Torino direttamente dalla società bianconera. Su Twitter, sulla pagina ufficiale del Milan, domenica mattina è apparso un post-provocazione…
“Secondo voi nel fermo immagine tv prodotto dalla , le due linee sono parallele? Per noi no #JuveMilan” a commento di uno scatto che sta facendo il giro del web.
Fabio Caressa, direttore di Sport, ha risposto ma è noto che il giornalista sia tifoso della Juve

Come se non bastasse, il Milan ha continuato la polemica su Twitter. I rossoneri hanno postato, a detta loro, la prova che inchioderebbe la Juve e la terna arbitrale con il di Tevez in fuorigioco.

I REGISTI. Il Milan attacca con una nota ufficiale… “Il Milan non intende innescare polemiche, ma fa una richiesta chiara e precisa. In questo momento le 10 partite del Campionato di sono realizzate da 6 registi , 3 registi e 1 indipendente. Il Milan chiede che a partire dalla prossima stagione, i registi siano tutti indipendenti e non provenienti dai broadcaster che acqucono i diritti del Campionato”.

Su Facebook invece Salvini ha attaccato Muntari.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply