ULTIM'ORA

Trionfa Quatararo che torna leader. Per Vale occasione persa!

++ Moto: Catalogna; sfuma sogno Rossi, cade a 9 giri fine ++

di Carmen Castiglia - Quararo conquista la vittoria nel di Catalogna e torna in testa alla classica di Moto. A Barcellona il francese del team Petronas precede le due Suzuki di Joan Mir e Al Rins, quarto posto per Morbidelli.

IL DOTTORE. Una domenica che poteva divene memorabile per la famiglia e che invece è nita con l’amaro in bocca, soprattutto per ntino. Dopo la festa per la vittoria in Moto2 nel Gran Premio della Catalogna del fratello Luca Marini, il Dottore si è reso protagonista di una gran gara nella classe regina: ma proprio mentre era secondo e in lotta per il successo, alle spalle di un ritrovato Fabio Quararo, il pilota della Yamaha perde l’anteriore in 2, probabilmente a causa di un problema alla gomma, cadendo a soli nove giri dal termine e spegnendo così ogni speranza di raggiungere il traguardo dei 200 podi in carriera.

Il Dottore mastica amaro… “E’ un vero peccato, due errori di la. Questo è stato un incidente molto diverso da quello della scorsa settimana. A Misano aiamo fatto qualcosa di diverso sulla moto e tecnicamente non ero molto forte. Non mi sentivo molto bene e anche sabato e domenica non ero al 100%. Non mi sentivo molto bene. Questo ne settimana è stato molto diverso, perché sono stato sempre competitivo”.

“Oggi ero al ite, perché ero dietro a Fabio e non volevo perdere molto, volevo rese con lui. A sinistra è sempre pericoloso, soprattutto con la bassa temperatura, e ho perso l’anteriore. E’ un vero peccato perché penso che avrei potuto lote per la vittoria e sicuramente per il podio, quello era il nostro obiettivo” ha proseguito .

“Per quanto riguarda i risultati devo fare di meglio” ha aggiunto il Dottore che si è ssato un obiettivo: “Doiamo essere di nuovo competitivi partendo da Le Mans, lavorare bene nei box con la squadra e cercare di rimanere al top”.

DOVI. Domenica amara anche per Andrea Dovizioso, coinvolto in un contatto con Zarco ad inizio gara e costretto al ritiro, e ntino , scivolato nel giorno del numero 350 nella classe regina.Delusione e amaro per Dovizioso che a Barcellona si è visto sfuggire la testa del .

Scivolato in 2 al primo giro dopo un contatto con Zarco, per il ducatista è un momento da dimenticare: “Uscire alla prima e non per colpa mia mi pesa di più. Ero riuscito a fare una buona partenza e una bella staccata recuperando parecchie posizioni, quando si è in tanti così sono normali”.

“Questo è un anno davvero anomalo per tantissime motivazioni. E’ tutto davvero strano e non riesco a essere veloce con le nuove gomme. Stiamo andando ad alti e bassi e per questo sei oligato a partire davanti per guidare bene e salvare le gomme. Dovremo migliorare la frenata e la gestione dell’inserimento” ha spiegato Dovi.

A chi gli ha fatto noe che questa stagione, senza Marquez in pista, saree stato il suo anno, il forlivese ha fatto noe: “Sicuramente mi fa piacere che la gente lo pensi, ma mi è aastanza indifferente: bisogna conoscere le dinamiche di tanti dettagli e tante situazioni per parlare di vincere un . Quest’anno, secondo me, è un anno assolutamente anomalo per mille motivazioni: guardate Vinales, ha dominato l’ultima gara e qui è sparito. È un po’ strano tutto, ma il problema di fondo è che non riesco a essere veloce come vorrei con la nuova gomma. E’ questo che sta complicando tutto”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply