ULTIM'ORA

Tren’tanni fa moriva Eduardo: dopo di lui il nulla!

a31ba7fde58ef478b57323c161524d22

Trent’anni fa, il 31 ottobre 1984, se ne andava uno dei grandi protagonisti del mondo teatrale, italiano e non solo. Eduardo De Filippo apparve per l’ultima volta davanti ad un blico nel Teatro Greco di Taormina per un breve monologo, che aveva il sapore di un addio
“Fare teatro vuol dire sacrificare una vita…”.

Così l’ANSA diede la notizia della sua .

MORTO EDUARDO DE FILIPPO
ROMA, 1 NOV – L’ ATTORE EDUARDO DE FILIPPO E’
MORTO ALLE 22,50 DI IERI NELLA CLINICA ”VILLA STUART” DI
ROMA DOVE ERA RICOVERATO DA ALCUNI GIORNI. IL DECESSO E’
DOVUTO ALLE CONSEGUENZE DI UNA INSUFFICIENZA RENALE ACUTA.

MORTO EDUARDO DE FILIPPO (2)
ROMA, 1 NOV – IL 24 MAGGIO DEL 1985 EDUARDO
AVREBBE COMPIUTO 85 ANNI, ESSENDO NATO A NAPOLI NEL 1900.
AVEVA SOLO QUATTRO ANNI QUANDO, FIGLIO D’ ARTE, COMINCIO’
A RECITARE PRIMA NELLA COMPAGNIA DI EDUARDO SCARPETTA E POI
IN QUELLA DEL FIGLIO DI SCARPETTA, VINCENZO.
INSIEME AI FRATELLI TITINA E PEPPINO NEL 1929 FONDO’ IL
”TEATRO UMORISTICO”. NEL 1931 MISE IN SCENA ”NATALE IN
CASA CUPIELLO”, CHE A DISTANZA SAREBBE STATO TRASMESSO DALLA
TELEVISIONE CONSENTENDO COSI’ A EDUARDO DI ENTRARE IN MILIONI
DI CASE DI ITALIANI. LE SUE COMMEDIE SUCCESSIVE SONO STATE:
”NON TI PAGO (ESCL)” (1940) E ”NAPOLI MILIONARIA” (1945).
DALLA COMPAGNIA DEI TRE DE FILIPPO NEL FRATTEMPO ERA
USCITO IL FRATELLO PEPPINO. RIMASTO SOLO CON TITINA, EDUARDO
ALLESTI’, ERA IL 1946, ”QUESTI FANTASMI” E
”FILUMENA MARTURANO”, CHE DELLA SORELLA TITINA SAREBBE
RIMASTO IL CAVALLO DI BATTAGLIA. MEMORABILE LA SUA
PRETAZIONE DELLA PREGHIERA ALLA VERGINE, FATTA IN
VATICANO ALLA PRESENZA DI PIO XII. (SEGUE).

MORTO EDUARDO DE FILIPPO (3)
ROMA, 1 NOV – DEL VASTO REPERTORIO DI EDUARDO VANNO RICORDATE POI:
”LE VOCI DI DENTRO”,”MIA FAMIGLIA”, ”DE PRETORE VINCENZO”,
”SABATO,DOMENICA, LUNEDI’ ” (RAPPRESENTATO IN SEGUITO ANCHE A
LONDRA CON GRANDE SUCCESSO DA LAURENCE OLIVIER), ”IL
SINDACO DEL RIONE SANITA’ ”, TUTTE CREATE NELL’ ARCO DI
TEMPO COMPRESO TRA IL 1948 E IL 1960. E’ DEL 1973 ”GLI
ESAMI NON FINISCONO MAI” ATTRAVERSO LA QUALE EDUARDO HA
LASCIATO UNA MEMORABILE LEZIONE DI VITA.
DI QUESTA E DI ALTRE LEZIONI IL GRANDE, INSOSTITUIBILE
PROTAGONISTA DEL TEATRO ITALIANO DI QUESTO SECOLO E’ STATO
PRODIGO DURANTE LA SUA RECENTE ESPERIENZA COMPIUTA SU DI
UNA CATTEDRA, NELL’ UNIVERSITA’ DI ROMA. SENSIBILE AI PROBLEMI
DEI , NON SOLTANTO PER ESIGENZE CREATIVE, AVEVA
FREQUENTATO ASSIDUAMENTE L’ ISTITUTO ”FILANGIERI”, A
NAPOLI, AMMETTENDO, TUTTAVIA, DI NON ESSERE RIUSCITO A FARE
PER LORO, ANCHE E SOPRAT COME UOMO POLITICO (ERA STATO
NOMINATO RE A VITA) QUELLO CHE AVREBBE VOLUTO PER
ASSOLVERE UN DOVERE CIVICO.
IL 19 OTTOBRE SCORSO EDUARDO, DEL QUALE LA RAI AVEVA
TRASMESSO ALCUNI CICLI DI COMMEDIE SCARPETTIANE E SUE, ERA
APPARSO UN’ ULTIMA VOLTA IN NELLA RUBRICA ”PRIMO PIANO”,
CURATA DA VITTORIO DE LUCA E FRANCESCO DAMATO.
IL GIORNO PRECEDENTE LO SI ERA VISTO RECITARE NEL TERZO
EPISODIO DI ”CUORE”, DAL ROMANZO DI EDMONDO DE AMICIS, CON
LA REGIA DI LUIGI COMENCINI: INDOSSAVA LE VESTI DEL VECCHIO
MAETRO PERBONI, CHE, DOPO AVER COMMOSSO DUE GENERAZIONI, HA
LASCIATO COSI’ UN SEGNO ANCHE NEI .

MORTO EDUARDO DE FILIPPO (4)
ROMA, 1 NOV – LA SALMA DI EDUARDO E’ STATA
VEGLIATA PER TUTTA LA NOTTE DALLA MOGLIE ISABELLA. IL PRIMO
A RECARSI A VILLA STUART, ALLE 8,30, E’ STATO IL SINDACO DI
ROMA, UGO VETERE. ERA CON LUI IL SEGRETARIO REGIONALE DEL PCI,
GIOVANNI BERLINGUER. PIU’ TARDI E’ ARRIVATA L’ ATTRICE
ANGELICA IPPOLITO. NESSUNO PERO’ FINO AD ORA E’ POTUTO
ENTRARE NELLA CAMERA MORTUARIA, CHE RIMARRA’ CHIUSA, PER
ESPRESSO O DEI FAMILIARI, FINO ALLE UNDICI.
NULLA E’ STATO ANCORA DECISO PER LE ONORANZE FUNEBRI.
LA PRESIDENZA DEL SI E’ MESSA IN CONTATTO CON LA
CLINICA ALLE 9,15. EDUARDO ERA STATO RICOVERATO A VILLA
STUART QUATTRO GIORNI FA. APPARIVA DEBILITATO PER UNA LEGGERA
INFLUENZA, CON MODERATA TEMPERATURA. FINO AL 20 OTTOBRE ERA
STATO A SALSOMAGGIORE A CURARSI UNA BRONCHITE. IL BLOCCO
RENALE E’ SOPRAVVENUTO NELLA GIORNATA DI IERI MA NULLA
LASCIAVA PRESAGIRE UNA FINE COSI’ RAPIDA: EDUARDO AVEVA
PARLATO PER TELEFONO CON ALCUNI AMICI INTORNO ALLE 18.

MORTO EDUARDO DE FILIPPO (5)
ROMA, 1 NOV – I FUNERALI DI EDUARDO DE FILIPPO SI
SVOLGERANNO SABATO MATTINA IN PIAZZA SAN GIOVANNI. LA
DECISIONE E’ STATA PRESA CONGIUNTAMENTE DAI FAMILIARI E DALLE
AUTORITA’ E CITTADINE. LA SALMA SARA’ TRASLATA NEL
POMERIGGIO DI OGGI A PALAZZO MADAMA DOVE VERRA’ ALLESTITA LA
CAMERA ARDENTE. IL BLICO VERRA’ AMMESSO A VISITARLA FIN DAL
TARDO POMERIGGIO. L’ ORARIO ESATTO NON E’ STATO ANCORA
. LA MOGLIE DI EDUARDO, SIGNORA ISABELLA, AVREBBE
PREFERITO PER LE ONORANZE FUNEBRI IL PIAZZALE PROSPICIENTE IL
VERANO, NEL QUARTIERE DI SAN LORENZO, ”UN QUARTIERE – HA
RICORDATO – DOVE UNA SERA IN UNA PIAZZA EDUARDO EBBE UN’
INDIMENTICABILE ESPERIENZA UMANA, IN MEZZO A QUELLA GENTE
MERAVIGLIOSA”.
IL VOLTO SCAVATO COME SEMPRE MA CON UNA ESPRESSIONE SERENA,
EDUARDO RIPOSA NELLA CAMERA MORTUARIA DI VILLA STUART, CHE E’
STATA APERTA ALLE 11,30. I PRIMI A ENTRARVI SONO STATI LA
MOGLIE, IL FIGLIO LUCA, GIUNTO QUESTA MATTINA DA NAPOLI DOVE
SI TROVAVA IN ”TOURNEE”, ANGELICA IPPOLITO, IL NIPOTE
AUGUSTO CARLONI, FIGLIO DI TITINA DE FILIPPO. A MEZZOGIORNO E’
ARRIVATO A VILLA STUART IL PRESIDENTE DELLA CAMERA NILDE IOTTI.
”PENSIAMO, COME STANNO PENSANDO TUTTI GLI ITALIANI – HA
DETTO LA IOTTI, – CHE SI E’ SPENTA UNA VOCE INSOSTITUIBILE
DELL’ ARTE ITALIANA. LA STRAORDINARIETA’ DI EDUARDO E’ STATA
QUELLA DI ESSERE PROFONDAMENTE ATTORE E PROFONDAMENTE UOMO.
RIPENSO COMMOSSA ALL’ IMPEGNO CHE EDUARDO, COME RE DELLA
REBLICA, HA PROFUSO A FAVORE DEI CARCERI MINORILI. ANCHE LI’
E’ UNA TESTIMONIANZA DELLA SUA GRANDE UMANITA’ ” .

MORTO EDUARDO DE FILIPPO (6)
ROMA, 1 NOV – IL PRESIDENTE DEL FRANCESCO
COSSIGA HA RAGGIUNTO VILLA STUART ALLE 12,35. HA SOSTATO
DINANZI ALLA SALMA DI EDUARDO PER ALCUNI MINUTI. ALL’ USCITA
ERA VISIBILMENTE COMMOSSO MA NON HA RILASCIATO DICHIARAZIONI.
A VILLA STUART SONO GIUNTI ANCHE REGISTI E UOMINI DI TEATRO,
TRA GLI ALTRI LINA WERTMULLER E LUIGI COMENCINI. ”IN EDUARDO
HO SCOPERTO DI AVERE UN AMICO SENZA CHE LO SAPESSI – HA
DETTO COMENCINI. CHE COSA RICORDARE DI LUI? HA VOLUTO
LAVORARE GRATIS NEL ‘CUORE’ TELEVISIVO. E POI, IO ESE,
PROPRIO ATTRAVERSO EDUARDO HO IMPARATO AD AMARE NAPOLI DA 30
ANNI IN QUA” .
E’ STATA INTANTO COMUNICATA L’ ORA DEI FUNERALI: SI
SVOLGERANNO ALLE ORE 11 DI SABATO IN PIAZZA SAN GIOVANNI.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply