ULTIM'ORA

Travolto dal Real: il casino blancos è troppo anche per Zizou. Via James?

C_29_articolo_1090879_upiImgPrincipaleOriz

di Carmen Castiglia - Per ‘mettere il dito nella piaga’… sia Marca, sia As picchiano duro sul . A processo James Rodriguez e di Isco, entrambe delusioni, e molto più in questa stagione: il Bernabeu li ha coperti di fischi durante la staffetta contro l’Atletico. In estate uno dei due scomparirà.

Paradossale il colombiano: James, acquistato per 80 milioni dopo lo strepitoso , titolare fisso con Ancelotti, trasformato in mezzala offensiva come Di Maria. Prima ai margini con (meno del 50% dei minuti giocati dal Real), poi con Zidane non ha saputo dare qualità quando Bale e Benzema si sono fermati.

Marca accusa mancanza di “carattere, mentalità vincente, sacrificio”. James resta uno dei giocatori più desiderati dal Manchester United, ha un contratto fino al 2020 e una clausola da 500 milioni, ma un’offerta da 80 milioni potree stravolgere , perchè il Real si butteree su Hazard del Chelsea.

Simile la posizione di Isco, classe ’92, acquistato nel 2013 per 27 milioni, a lungo inseguito dalla ntus.
Amato dal pulico e apprezzato da l’ambiente merengue, Isco ha però troppo spesso peccato di continuità: As sottolinea la mancanza di assist e gol. La sua valutazione è comunque cresciuta: per 40-45 milioni potree partire, destinazione Premier League, con l’ in pole position.Sessanta giorni e siamo già ai brividi. Da panchina, ovvero la terribile panchina del . Era il 4 gennaio quando, benedetto dal mondo madridista e da Florentino Perez, Zinedine Zidane subentrava all’assai poco amato Rafa . E oggi, primo , è già il momento di sottoporre il mito di Zizou al trita dei media, dei si, del malessere dopo la sconfitta nel con l’Atletico, il segnale di resa (la Liga è andata), l’insofferenza di Ronaldo e pure quella di Florentino, contro il quale si sta schierando una parte della seria.

E’ la vigilia di Levante-Real. E’ Zidane parla anche del suo futuro. “Io sono concentrato sulla partita di domani e non so cosa accadrà fra tre mesi. Sono nto di quel che sto facendo, credo che le cose migliorino giorno dopo giorno. Quando sono arrivato era bello, ora dopo una partita persa sembra un disastro. Capisco la vostra preoccupazione, che non è la mia”.
Il toto-successore è già in fase avanzata. Si parla di Ernesto Valverde, 42 anni, in carica all’Athletic Bilbao. E anche di Michel, 52 anni, gloria madridista oggi in panchina al Marsiglia.
Mentre Zidane cerca di spegnere anche i fuochi attorno a Ronaldo che dopo il aveva detto: “Se tutti fossero come me qui al Real, saremmo padroni della Liga”. Zidane ha spiegato: “Cristiano ha parlato a me e a tutta la squadra, è stato frainteso, quelle non erano le sue parole. Cristiano è troppo importante per il Real. Noi siamo uniti”.
Parole. Basteranno?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply