ULTIM'ORA

Riecco Tevez e la Juve va. Allegri passa, ma i greci…

Soccer: Champions League; Juventus-Malmoe

di Antonella Lamole – Standing ovation: spinge la fuori dai dubbi . I gol che l’Apache aspettava dal 2009: 2-0, i bianconeri si levano di torno un Malmoe che ha resistito per un tempo, resuscitando i fantasmi di una Europa stregata per Conte.
Allegri supera l’esame più atteso, questa può farcela, chissà se fino ai quarti obiettivo dichiarato dal .

“Vittoria importante – confessa Max – e un buon gioco nel secondo tempo dove abbiamo girato meglio la palla. Dobbiamo migliorare, in Europa serve tranquillità”.
Difficile sbloccare lo 0-0: “Malmoe è squadra dura, all’inizio abbiamo fatto confusione. La vittoria dell’Olympiacos però complica i piani”.

Anche perché il ko dell’Atletico alza la soglia di punti per qualificarsi: “Sarà un girone complicato, per passare serviranno molti punti”.

è rinato anche in . “Gli ho chiesto di giocare un po’ dietro a per inserirsi. Nella ripresa abbiamo trovato qualche spazio in più. Dobbiamo migliorare la gestione della palla”.
Sabato c’è il , cambi? “Niente turnover, la squadra sta bene. I nuovi si stanno inserendo, tutti serviranno più avanti. Non va abbassato il livello di qualità e intensità della squadra”.

Esordio sbloccato da Carlitos dopo un primo tempo in cui non c’è niente da segnalare. Il Malmoe resiste risvegliando ricordi ancora freschi. E la prima importante parata della partita è stata proprio di Buffon. Quanto è dura l’Europa alla l’ha ricordato subito la squadra dove è cresciuto Zlatan himovic. Giovani – età media 24 anni – in eccellente condizione fisica, gli svedesi hanno tenuto botta per il primo tempo ed un pezzo del secondo. Con una difesa a 5 concentrata e compatta e ripartenze rapidissime. Addirittura brillante Forsberg e il dato dei calci d’angolo, 4-4 a metà partita, lo dice chiaramente.

La mossa di Age Hareide è la marcatura a uomo di Marchisio, fonte del gioco bianconero, seguito a campo da Magnus Eriksson. Il quale, oltre al lavoro da stopper a centrocampo, ha avuto sui piedi anche la palla del possibile vantaggio del Malmoe tutt’altro che clamoroso: per fortuna di Allegri, Buffon si è fatto trovare prontissimo..

E solo grazie ad un grande assist di Asamoah che di tacco mette palla docile all’no dell’area per il piatto di , lo esplode.

Allegri nell’vallo tocca le corde giuste e senza frenesia ma con lucidità arriva anche il raddoppio seppur su calcio piazzato, dando ragione e merito a quanto fatto dai bianconeri. calcia a giro sul palo del portiere che nulla può.
Lichsteiner con ha trainato la alla vittoria. Allegri ha cominciato bene, ribadendo perchè ha sempre passato il turno anche con un calante.
La non è più quella di Conte: più calma, tempi ragionevoli, squadra al servizio dei fuoriclasse…
Max prova a far dimenticare 3 scudetti, puntando sulla . Può riuscirci, l’esordio è stato positivo. Ma il Malmoe sommato è poca cosa.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply