ULTIM'ORA

Tanto caos per nulla: flop tifosi, solo 51% biglietti venduti!

pubblico-serie-a-6

di Paolo Jr Paoletti - Il ritorno del blico negli di non è stato un esodo.

VUOTO. I perchè sono molti: dal 23 agosto che vede ancora tantissimi in ferie, fino alle restrizioni Covid. Obbligo di green pass per sedersi in tribuna, aperti al 50% e disposizione a scacchiera, con un posto occupato e uno lasciato libero, a file alternate. Condizioni che diversi gruppi ultras non hanno voluto accettare, preferendo fare un passo indietro.

La precisazione è doverosa: i no vax non c’entrano. Anzi, in più occasioni alcune tifoserie hanno precisato di essere vaccinate o tamponate. Dietro alla scelta c’è l’ideologia del tifo organizzato che vede nel Green pass un ostacolo alla libertà di tifo. “O tutti o nessuno” è la frase chiave tra i tifosi, che – davanti all’obbligo di restare distanziati, senza bandiere e – hanno preferito rimanere a casa.

L’esempio lampante arriva da Salerno, dove gli ultrà granata hanno spiegato: “Prendiamo atto delle restrizioni alla capienza dello o Arechi. Recepiamo le modalità di accesso e fruizione dei gradoni che siamo stati abituati ad occupare in una certa maniera. Siamo consapevoli del momento storico e rispettosi delle normative di prevenzione. Distanziati, seduti, senza bandiere e : no, proprio non si può. A queste condizioni la nostra presenza non ha alcun senso. Non si comprende perché con il Green Pass debba esistere comunque un distanziamento. Non tolleriamo i posti assegnati come fossimo al cinema o al teatro”.

Il davanti al ritorno in atteso 22 anni.

DATI. Ecco allora che i numeri della prima giornata mostrano statistiche curiose. I dati dicono che è stato venduto il 51,4% dei biglietti disponibili per un totale di 113.965 tifosi tornati a tifare. Guida l’Inter con il felice battesimo del campionato: 27.402 gli a sui 37.961 possibili, pari al 72%. Meglio, in termini di percentuale, hanno fatto Udinese-Juve e Roma-Fiorentina: ben il 79% alla Dacia Arena (9.960 sui 12.572 consentiti), il 73% (26.997 su 36.630) per l’esordio di Mou. Dato negativo anche a (18.300 su 27.363, il 66%) e dalla Unipol Domus di Cagliari (5.387 su 8.208, il 65%) per  lo Spezia.

FLOP TORO E SAMP. Occupati meno della metà dei posti disponibili, invece, a Bologna (8.375 su 18.231, il 45%) e a Empoli (3.655 su 9.923, il 36%). Dati decisamente bassi per -Milan (4.966 tifosi sui 18.174 consentiti, il 27%), Verona-Sassuolo (5.448 su 19.605, il 27%) e Torino-Atalanta (solo 3.475 su 13.997, il 24%).

Numeri che fanno riflettere  e bocciano il can can fatto da Gravina e Lega per costringere il a cambiare il dispositivo già varato per la riapertura degli impianti sportivi!  

Come sempre il calcio fa storia e vita a sè, sempre più spesso fuori dalla tà!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply