ULTIM'ORA

Tabarez sa tutto: Balo instabile, torna Pereira.

void(0)-2

di Oscar Piovesan - Ultimi ritocchi del ‘Maestro’ al suo Uruguay che se vuole andare avanti al Mondiale deve battere l’ martedì.
La “Celeste” è a Natal. Rientra Maxi Pereira, mentre Alvaro Gonzalez – uno degli ‘ni’ – rivela il segreto su : “emotivamente è instabile, dovremo cercare di toglierlo dalla partita”.

Ultimo allenamento a porte chiuse per gli uruguayani, che stanno cercando di raggiungere la massima concentrazione in vista della decisiva partita con gli azzurri, nella quale avranno uno solo risultato a disposizione, la vittoria, per passare agli ottavi. I giocatori stanno tutti bene, a parte il capitano Diego Lugano, che continua ad allenarsi a parte. Se non ci saranno sorprese, la squadra farà ancora a meno di lui, ma una parola definitiva la potrà dire soltanto domani Tabarez a Natal, alla vigilia del match.

El Maestro, al momento, è decisamente orientato a far rientrare in squadra Maximiliano Pereira, il forte difensore del Benfica che fu espulso nella prima partita contro il Cosica e che ha scontato la . Le porte sembravano essersi chiuse per lui dopo la vittoria contro l’ raggiunta in sua assenza, ma nell’ultima conferenza stampa Tabarez ha detto che Pereira “fa parte del della nazionale” e quindi è candidato al rientro.

Quanto al laziale Gonzalez, oltre al “segreto” su , ha confidato anche alla stampa del suo paese che è assolutamente necessario “se addosso a Pirlo, a lui bastano due secondi per mettere un compagno davanti alla porta”.

Tabarez ha fatto scaldare i suoi con qualche giro di campo, poi ha messo tutti in cerchio per un discorso piuttosto lungo e articolato. Tabarez ha spiegato molti movimenti in campo, una riunione tattica per spiegare come ha deciso di affrone martedì sotto il sole delle 13 gli azzurri nello o Arena das Dunas di Natal. Ci sarà ormai il solito ca torrido di metà giornata nelle zone tropicali ed equatoriali di questo Mondiale, ma stavolta – fanno noe gli uruguayani – soffriranno entrambe le squadre alla pari. L’Uruguay, infatti, ha globalmente un ca fresco e soffre almeno quanto gli azzurri l’afa e il sole. Al termine dell’allenamento, la delegazione uruguayana si è imbarcata per Natal, dove gli azzurri risiedono già da due giorni.

La nazionale di e Suarez, attesa da numerosi – pochi in confronto ai sostenitori dell’ – alloggerà all’Hotel Sehrs Natal.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply