ULTIM'ORA

Tevez, poi Mancio cambia e Icardi fa 1-1. Roma a -1!

instantanee-di-juventus-inter

di Paolo Paoletti - Partita palpitante allo , vero derby d’Italia. Merito di Mancini che ha ridato animo e fiducia all’ che resta modesta. La Juve avrebbe meritato di chiudere i 45′ in doppio vantaggio deve accontentarsi di 1 punto e se avesse messo dentro il 2-1 su assist di Podol non ci sarebbe stato niente da dire!

deve rivedere proprio il suo spirito di gioco: questa Juve come in Supercoppa ha provato a gestire il vantaggio senza riuscirci. Con Conte avrebbe potuto anche perdere, ma senza staccare il piede dall’accelleratore.
E’ questa la vera novità del : questa Juve è battibile se si gioca con grande intensità e sopraritmo. Ci era riuscito in estremis il Genoa. Ci è è riuscito due settimane fa il Napoli a Doha giocando a strappi. Ha sfiorato la vittoria Mancini, che tatticamente ha vinto la sfida con .

Domenica al San Paolo, controprova e rivincita contro gli azzurri.

La Juve resta la Jiuve per la qualità dei centrocampisti: immenso Pogba, ottimo primo tempo di Vidal, attenta partita di Marchisio, buon Pirlo calato alla distanza…

Il primo tempo di Juve- spiega perchè la Juve resta la più forte…per vincere un servono giocatori di alto livello in tutti i ruoli. Perfino Chiallini non è all’altezza del concetto e quando l’ ha fatto errori marchiani vedi che li hanno com Campagnaro, Ranocchia, D’Agostino ma anche l’imberbe talentuoso Kovacic.

Buona partita, fin qui: gran gol di Tevez – 11 centro – su una grande giocata di Vidal. Bene Pogba e Marchisio, ma anche Evrà e Lichesteiner, un po’ più impegnato per le vie di passaggio che lanciano d’Agostino al cross, quasi sempre sbagliato.
A centrocampo la Juve domina, anche se ha ssofferte per una de di minuti la reazione nerazzurra allo svantaggio.

Vidal ci ha provato da fuori area, Handanovic non s’è fatto sorprendere. Mentre dall’altra parte una sola palla giocabile per che cicca il sinistro di volo.
Mancini maschera il deficit strutturale nei confronti della Juve ma nulla può sugli errori dei singoli.
Ancora in partita, nella ripresa l’ proverà il per magari anche con Podol.

Podolky ha giocato da fermo, ma in una occasione ha messo sui piedi di la palla del match.
l’ha sprecata e ha dovuto fermare Osvaldo che lo avrebbe menato non servito in un contropiede favorevolissimo che poteva risolvere la gara. Pari salvato da Buffon ancora su e poco prima da Handanovic su Punizione di Pirlo.

Bello spettacolo, risultato giusto.
Napoli-Juve e Roma- possono riaprire il : il 18° vede affrontarsi le prime 4 del e la Roma è a -1 dalla testa!
Basta attendere.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply