ULTIM'ORA

Spalletti, in difesa. Giuntoli rischia, Koula addio?

spallettinapoli-idea

di Nino Campa – L’era . Dopo due stagioni senza squadra l’allenatore arriva sulla panchina azzurra per rilanciare le ambizioni di un club che gli ha messo sul piatto un ingaggio da 2,8 milioni netti a stagione. Dopo aver annunciato , il presidente De Laurentiis dovrà risolvere il nodo del direttore sportivo perché ultimamente con Giuntoli c’è stata una forte tensione e non è così scontato che rimanga in azzurro.

RICHIESTE. Intanto però si scalda il giocatori, il Napoli è pronto a rivoluzionare le fasce cambiando i terzini. Nell’ultima stagione i titolari sono stati a destra Di Lorenzo – che dovrebbe rimanere – e dall’altra parte Hysaj, in scadenza di contratto e in contatto con altri club come ha raccontato nei giorni scorsi il suo agente. Ad oggi la società non ha ancora proposto un eventuale , e, anzi, sta sondando altre piste per la fascia man: la prima richiesta di in quel ruolo è Emerson Palmieri, fresco vincitore della con il Chelsea e che l’allenatore conosce bene per aver lavorato con lui a Roma. In ha avuto poco spazio ed è seguito anche da e Inter.

D’AMBROSIO. A destra, come alternativa a Di Lorenzo . ma all’occorrenza anche centrale – occhio al di Danilo D’Ambrosio. Anche per lui il ‘fattore ’ può essere decisivo: i due hanno lavorato insieme all’Inter e nei giorni scorsi l’entourage del giocatore ha fatto sapere che il terzino dell’Inter sarebbe contento di ritrovare il suo allenatore. Intanto D’Ambrosio ha rinnovato con l’Inter che ha esercitato l’opzione per il prolungamento del contratto a scadenza, l’ingaggio è rimasto invariato -  2 milioni netti all’anno – ma non è escluso che in estate possa comunque lasciare l’Inter.

RUI E GLI ALTRI. A completare il reparto attuale dei terzini del Napoli ci sono Ghoulam Mario Rui: quest’ultimo non è contento del poco spazio che ha trovato con Gattuso e nonostante il di un anno fa fino al 2025, se dovesse trovare una buona proposta potrebbe valutare di lasciare il club. Ghoulam invece sta lavorando per recuperare dalla rottura del mento crociato del ginocchio sinistro riportata a marzo scorso, la seconda dopo quella subita tra il 2017 e il 2018; l’algerino quindi è ancora alle prese con i continui problemi fisici che lo hanno frenato in questi ultimi anni, ha il contratto in scadenza nel 2022 e valuterà il suo insieme alla società. Per un Napoli pronto a mettere il turbo sulle fasce, la è iniziata.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply