ULTIM'ORA

Spalletti miracolo: Inter in Champions!

233906744-79923ad5-7b5a-415d-ba62-0b6aad2184b6

di Paolo Paoletti - Spalletti è il migliore. Il miracolo è il suo. Ad alto rischio, dopo l’incredibile scivolone col Sassuolo ma ha riportato l’ in Champions.
Senza società, senza uomo , senza soldi, senza ciò che serve per fare miracoli.

La verità è questa, l’ batte 3-2 la e vola in Champions, col quarto posto conquistato per lo scontro diretto avendo chiuso entrambe a 72 punti.

Il posticipo dell’Olimpico chiude i verdetti del campionato. Simone Inzaghi è il tecnico emergente.
I biancocelesti sono quinti.

Serviva la vittoria e vittoria, in rimonta, è stata: l’ raggiunge la qualificazione.
Partita emozionante, con i capitolini che meritavano qualcosa di più: vanno in vantaggio per due volte, prima con l’autorete di Perisic, poi col contropiede di Felipe Anderson, che vanifica il pari di D’Ambrosio su corner.

Occasioni per Immobile e Luiz Felipe, poi il blackout, dopo il palo di Milikovic-Savic su punizione: prima arriva il pari di su rigore, a causa di un fallo di de Vrij (futuro nerazzurro), poi il sorpasso firmato da Vecino di testa su corner, dopo il rosso a Lulic. I biancocelesti in campionato non perdevano da dieci giornate (era il 3 marzo, dopo sono arrivate 5 vittorie e 5 pareggi), mentre l’ era reduce da due ko nelle ultime tre partite.

Sfida nella sfida, tra i 2 capocannonieri: Ciro Immobile, che aveva saltato le ultime due di campionato e si ferma a 29 gol; di fronte Mauro lo raggiunge. Mauro in carriera ha segnato 5 gol alla , ma questo è il primo all’Olimpico.

Ottima gara di , prova generale del Mondiale. Ecco tutte le decisioni da spiegare:

48′ s.t. fischia un fallo in attacco di Leiva su Miranda, ma il fallo era in favore della .

34′ s.t. Cartellino rosso a Lulic. Già ammonito, Lulic entra in scivolata su Brozovic nella metà campo dell’. Corretta la doppia ammonizione.

33′ s.t. di rigore per l’. Sponda di Eder, controlla il pallone in area di rigore e viene steso da de Vrij che viene solo sull’avversario. Corretta l’assegnazione del di rigore.

27′ s.t. Il Var toglie un rigore all’. d’angolo di Brozovic, Marusic devia il pallone che arriva sul braccio di Milinkovic. assegna il di rigore, poi rivede l’episodio col Var e toglie il penalty ai nerazzurri.

26′ s.t. chiede un di rigore per un presunto fallo di mano di Radu in area di rigore, ma il difensore della prima di colpire il pallone scivola e non fa nulla per toccare la sfera. Giusta la con del d’angolo.

18′ s.t. Cartellino giallo a Strakosha per perdita di tempo.

2’ s.t. Cartellino giallo a D’Ambrosio per un vento da dietro su Felipe Anderson sulla tre campo nerazzurra. Corretta la decisione dell’ , l’ammonizione è in linea con le precedenti.

37′ Cartellino giallo a Lucas Leiva per un vento in ritardo su Rafinha che aveva già scaricato il pallone. Giusta l’ammonizione per il centrocampista della .

34′ Cartellino giallo a Lulic per fallo da dietro su Cancelo. Corretta la decisione di , in linea con le precedenti ammonizioni di questo match.

29′ Regolare il gol dell’1-1 dell’. Corner di Brozovic, il pallone sbuca sul secondo palo dove Strakosha smanaccia sui piedi di D’Ambrosio che calcia col e trova la rete. convalida il gol e il Var conferma la decisione. D’Ambrosio colpisce in modo regolare il pallone e solo nell’azione del colpisce leggermente col ginocchio Strakosha.

26’ Cartellino giallo a Luiz Felipe che entra in ritardo da dietro su Cancelo lanciato in ripartenza. Giusta la decisione dell’ anche in questo frangente.

23’ Cartellino giallo a Miranda per un duro vento su Murgia. Il centrocampista della calcia a pochi metri dall’area di rigore, Miranda entra in ritardo direttamente sulle gambe dell’avversario. Corretta la decisione di .

19′ Leiva sbilancia Rafinha che cadendo rompe la corsa di Murgia: non ammonisce il brasiliano dell’. Decisione dubbia, il centrocampista della stava ripartendo.

13’ Cartellino giallo a Brozovic per fallo da dietro in scivolata su Milinkovic-Savic nella metà campo dell’. Corretta la decisione dell’ .

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply