ULTIM'ORA

Sos San Paolo: prato bruciato, colpe Comune!

SAN PAOLOO 27

di Paolo Jr Paoletti - “Tenuto conto delle condizioni in cui versa attualmente il prato del campo di calcio dello San Paolo e data la necessità di avviare tutte le attività indispensabili al ripristino dello stato dei luoghi, si autorizza, ad horas, la di tutte le manifestazioni in programma che prevedono l’utilizzo del prato. Si coglie l’occasione per evidenziare che codesto ufcio bene avree fatto a rilevare le evidenti difcoltà onde intervenire più tempestivamente della variazione della programmazione degli eventi previsti presso l’impianto in questione”. Questa la disposizione dettata dal Capo Gabinetto del di Napoli, Attilio Auricchio.

La presa di posizione del , diva e colpevole, arriva dopo le accuse dell’agronomo della Lega Calcio atterra a Capodichino e alle 12 è sul ‘prato’ del San Paolo. Per 3 ore, accompagnato da un rappresentante della ditta Marrone che cura la manutenzione – assenti e Calcio Napoli – analizza palmo a palmo l’erba, esaminandone le radici. Poi sentenzia: “Avevo denito quelle immagini raccapriccianti, ma da vicino la situazione è ancora più impressionante. Non ho mai visto un campo conciato così dopo un solo concerto. Sul prato, a parte la grande U di color giallo dovuta alla mancanza di ossigenazione, ci sono profonde buche lasciate dai piloni che sorreggevano il palco e evidenti segni del transito di mezzi pesanti, credo addirittura cingoli. Hanno lavorato come se fossero in un piazzale, senza alcun rispetto per la cosa altrui. Ci saree da prenderli a schiaf, soprattutto perché con un pò di attenzione tutto questo si poteva evie”.
Il partirà il 21 , ma venti giorni prima il ha programmato al San Paolo un’amichevole coi turchi del Besiktas per i 90 anni.
“Pmamente su questo campo si dovree svolgere un torneo amatoriale con centinaia di persone. Spero che non sia vero: l’ho detto anche al Calcio Napoli, daree un colpo mortale ad un campo già sofferente”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply