ULTIM'ORA

Solo Rizzoli: Napoli -Juve, Roma-Lazio, è bagarre arbitri!

Milan vs. Juventus

di Paolo Paoletti - Solo Rizzoli! Al San Paolo ancora una volta arriva la che recrimina torti arbitrali: reclamano due rigori, Juan Jesus da prova tv su Chiellini. Non il miglior viatico per la partita che con il derby romano può riaprire il campionato.

Nicchi e Messina sono già sotto tiro: le designazioni per dirigere al San Paolo e all’Olimpico sono il succo della Diciottesima.
Chi vuole che e Roma tornino in gara, aprendo la corsa scudetto? La Gazzetta accusa Garcia, Marotta e Allegri hanno già strumentalizzato cosa è successo a Udine. Il San Paolo esaurito sarà una polveriera. Solo chi ha il prestigio di una finale Mondiale può arbitrare.

Tanto poi alla fine, lo Scudetto lo vincerà sempre il migliore che è anche il più potente.

Sbaglia Benitez a dire che vince il maggior fatturato. Vince il migliore che non è solo un fattore tecnico-tattico, e i soldi non sono sempre gaa di merito!
I giocatori bisogna saperli scegliere e assortire: che siano Top è gaa a metà.

In Spagna dove il potere di Real e Barça è candido esempio di alternanza, è stato sovvertito dal piccolo Atletì con Simeone, grande tecnico, e gli scarti delle big europee. Lì hanno vinto la Liga e giocato la finale di Champions. Ultimo segmento di un percorso che ha portato in bacheca molti trofeo e tante soddisni.

La realtà è una, indiscutibile: chi è forte è aiutato. E’ stato sempre così.
e Roma sono le più forti del campionato, non imbattibili. Alle altre, nella fattispecie Napoli e Lazio, tocca superarle nel momento più propizio che cade domenica 11 gennaio. Se non lo fanno, De Laurentis e dovranno risponderne.

Buffon ammette: “Alla prima difficoltà sembra che perdiamo le nostre sicurezze e di punto in bianco sembra che ci smarriamo. Si poteva anche compromettere la partita! Siamo consapevoli di essere forti, ma poi si passa alla paura. Questo a una grande squadra non deve accadere”.

L’ultima convincente dei bianconeri il 23 novembre sulla Lazio: 0-3 all’Olimpico. Il derby fu un’invenzione di Pirlo all’ultimo respiro, a Cagliari una finta ripresa costata la panchina a Zeman. I pareggi con Fiorentina, , Napoli in Supercoppa persa poi ai rigori e più quello di Champions confermano che la vive una crisi d’identità pari al cambio Conte-Allegri.

In questa , segna solo Tevez; Llorente si snca a cucire gioco; Vidal oggi vale un tempo, Marchisio deve coprire Pirlo e Pogba a volte si scopre prigioniero di Narciso.
L’errore di Gigi sul gol di Icardi spiega come s’attacca la : velocità e profondità.
Mancini ha fatto molto meglio di Benitez a Doha e l’ è nettamente inferiore al Napoli. Ma ha giocato intensamente tutta la partita, senza mollare un pallone e senza pause mentali.

Il Napoli ha ritrovato i bomber nel momento decisivo: Higuain-Callejon, 18 gol in due possono e devono risolvere partite decisive come questa. La come la cattiveria non si compra al super.

All’Olimpico sarà meno facile. La Roma ha difficoltà a segnare. Totti sta crollando, Gervinho non c’è, Liajic è un mezzo giocatore, Iturbe soffre la Capitale. L’ardore del derby animerà tutti, ma la Lazio può vincere se Felipe Anderson si ripete e Billia trova posizione senza farsi mettere in mezzo dal palleggio giallorosso.

Napoli e Lazio hanno il campionato in mano, possono dimostrare che gli contano tanto, non tutto.
Al momento entrambe sono fuori competizione: 9 e 10 punti di svantaggio, un’enormità! Ma già rosicchiarne 3 ridarebbe entusiasmo e speranza.
Nicchi e Messina non hanno scelta: Rizzoli deve arbitrare a Napoli, dove si giocherà alle 20.45 col vantaggio di conoscere il risultato del derby Olimpico.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply