ULTIM'ORA

Solo Juve, Roma e Napoli: chi tira i fili?

che_anno_sara_web

di Paolo Paoletti - L’ho detto durante ‘Il Bello del Calcio’… lunedi a Canale 21: sono solo 3 le Marionette del calcio italiano.
Lunedi c’è -Juve, il Napoli chiede 3 punti al Torino per attendere in poltrona il secondo posto. Più avanti arriverà -Napoli, dove tutto si potrà compiere…
Il resto è noia in serie A: e orentina non danno afdamento. Le genovesi se le danno tra loro. Le milanesi hanno altro cui pensare.
Sono solo 3 le marionette, i cui li tirano tutta l’attenzione ed il business del pallone: tv, sponsor, ranking uefa…
Che sarebbe senza queste 3 che resistono al crollo del calcio italiano?
Eccole a cavallo tra campionato e Coppe: l’Europa detterà il primo verdetto, in Italia le sde per i soldi della pay che tutto tiene su.
Tranne il del mondo del pallone.

LA JUVE. Tutti si chiedono: soddisfazione o amarezza per il 2-1 al Borussia? Il punto è un ‘altro: i bianconeri hanno giocato in modo da ottenere il massimo contro i tedeschi? Max ha scelto il contropiede, lasciando palla, campo e iniziativa a Reus e compagni. Il gol dell’asso giallonero è stata fatalità ma poteva arrivare in altro modo. Così come la Juve ha fallito due volte il terzo gol!
L’1-1 ha mandato in tilt per diversi minuti la Juve, uscito Pirlo il vuoto non è stato colmato, Vidal girovaga per il campo senza meta…
Tutti questi problemi fanno propendere per la soddisfazione, ma è certo che a Dortmund sarà altra musica.
L’esame duro sarà tutto per la difesa che in Italia è la migliore, in Europa è da verica. La condizione sica non è ancora la top ma la personalità c’è e resta. Buffon non ha fatto vere parate, i 4 attaccanti dei Klopp non hanno creato problemi.
Morata- vanno d’accordo, bene Marchisio e Bonucci. Meno Pogba.
La scelta del contropiede è la negazione dei 3 anni passati con Conte: se Allegri arriva ai quarti, tutti si zittiranno, diversamenti sarà già processo!
A Telelombardia aveva pronosticato 3-1, l’errore non è di poco conto. A Klopp basta un gol, ma dovranno farlo.
Sarà contropiede anche in , nella migliore ma passata tradizione italica. Il 48% di possesso palla bianconero bisogna analizzarlo per cosa ha prodotto. Per adesso una vittoria, diversamente dal Borussia che ne ha presi 2 tenendo il pallone quasi sempre (70%). Il turno si può passare così, ma alla lunga si può vincere in questo modo? Mourinho non avrebbe dubbi, la vittoria è sempre spattacolo! Special gioca per vincere con ogni mezzo. Ed ha sempre avuto ragione lui.
Della ex nalista di Champions è rimasto poco soprattutto in difesa, il Dortmund quindi è perforabile. In l’atmosfera sarà rovente anche la Dea conterà… il rischio è fare una guraccia. Ma chi vuole la Champions deve giocare senza paura.
La Juventus ha nei piedi il suo destino.
Gundoganm Mikitarian e Reus devono capire subito di cosa si tratta: pochi rischi e gamba tesa su ogni palla. Vidal è un rogativo, Pereyra ha poca esperienza. Pirlo difcilmente ci sarà, e Marchisio-Pogba dovranno superarsi. In plarme Caceres e Padoin. Insistere su Morata e è un obbligo anche perchè il portiere del Dortmund non ha mani d’acciaio.

LA . In 5 giorni, sapremo se la Lupa ha ancora canini aguzzi. Da giovedì a lunedì riemergerà il passato da Turone e Rocchi: una cosa ès e la passa il turno, altra se resterà fuori anche dall’Europa League. Il Feyenord non è trascendentale ma di questi tempo basta meno per bloccare i giallorossi. Garcia non suona più il violino, nelle ultime settimane sta bruciando quanto fatto l’anno scorso. Anche la stima personale che la serie A aveva tributato al francese. Rudy si gioca tutto in 5 giorni: se passa e batte la Juve, riprende le redini della Capitale. Se esce a Rotterdam è quasi certo il tonfo lunedì sera e anche il secondo posto ambito dal Napoli. Troverà energie mentali e siche per far fronte alle due Notti decisive? Lo spogliatoio è distrutto neanche Sabatini è riuscito a ricompattarlo: quando si toccano Totti e De Rossi, si rischia di restarci.
Garcia di andarsene…
Sentite ‘er Pupone: “E’ un detto che gira per . nché ci sto io, non ci sarà un altro centravanti. Magari arrivasse un altro Batistuta. Le scelte non le faccio io, ma il mister. Se mi fa giocare, vuol dire che lo merito. Chiunque verrà dovrà fare i conti con questa cosa. Unica verità”.

Ora contano le . Se la vince due volte rilancia campionato e il suo Destino. Se perde, addio!
Attenzione ai tifosi, in Olanda sarà bagarre anche per loro e i migliori amici col sangue alla testa diventano assassini!!!

IL NAPOLI. Benitez e stanno giocando un gioco sporco: nessuno parla, tutti sanno. Rafa ha già messo le cose in chiaro: 3 Top Players e resta. Deve trovarsi i soldi da solo, ovvero il secondo posto e la Champions sicura. Ma DeLa lo sta provocando in tutti i modi: Klopp, perno Bielsa, il turbillon di allenatori domina i giorni azzurri. Anche i più difcili come quelli che stano per arrivare. I turchi sono pratica chiusa 7 gionri fa, i clan invece preoccupano di più: il gruppo di lingua ispanica ha fatto fuori Rafael, tiene a distanza Duvan Zapata che capisce la lingua e ciò che non viene detto. Resti in panchina senza troppe smanie, altrimenti…
Lui non ci sta, vuole giocare, segnare, guadagnare: perchè no? per lasciar tranquillo chi?
Bigon gongola, da una parte può dire di aver fatto un colpo, dall’altra Duvan è un salvadanaio pieno, no a 15 milioni. Si fanno tante cose con questi soldi, ma si perdono tanti gol senza il gigante d’ebano.
Il dipende dal Professore: si è arreso al contropiede ma non lo ammette, avesse due centrocampisti da Top List Uefa, potrebbe dimostrare che ha ragione lui. O anche torto.
La difesa è il cruccio: Albiol era la terza scelta dei blancos dopo Pepe e Varanne; Britos nemmeno a nominarlo… Kouliobaly dieci le azzecca ma ne fa anche alcune che ti cadono le braccia. Chi vuol vincere non può aspettare che cadano i frutti dall’albero. Serve gente fatta e Rafa vuol vincere l’Europa una Coppa seria, per andarsene rimpianto. Luis Enrique lavora per lui, il Barça ha mezzo einato il City. Fuori dalla Champions Pellegrini è un uomo morto e la panchina attende solo lui. Benitez lo sa!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply