ULTIM'ORA

Siviglia abbatte anche il Real: Rafa perde alla vigilia del suo Clasico!

223053629-f00139fa-24c6-4434-a48d-95274e7d2a50

di Carmen Castiglia - Napoli ride sotto i baffi: il passo falso del Real Madrid, che precede l’attesissimo Clásico del 21 novembre, fa fare festa ai . Almeno non si sentono orfani di Benitez!
Rafa esce sconfitto dal Sanchez Pizjuan di Siviglia, dove era caduto il 3 ottobre, anche il .

Blancos in vantaggio: spettacolare rovesciata di Sergio Ramos, che s’infortuna alla spalla sinistra. Ma ci pensa Ciro Immobile, con uno splendido diagonale ad avviare la remuntada. Poi Ever Banega e Fernando Llorente. In tremis il 3-2 di James Rodriguez.

Il Siviglia, eurorivale della Juventus in , presenta due ni: Marco Andreolli in coppia con l’ Milan Adil Rami, e Ciro Immobile preferito a Llorente per l’infortunato Gameiro.
Anche il Real sorprende, tra i pali c’è Kiko Casilla al posto dell’acciaccato Keylor Navas. La notizia è il rientro di Gareth Bale, e non di Karim Benzema, da attaccante centrale, supportato da Cristiano Ronaldo e Isco.

CIRO-GOL. La disarmante sconfitta interna di martedì scorso contro il Manchester City sembra aver lasciato degli strascichi nell’autostima dei padroni di casa, che nei primi minuti si fanno schiacciare dalle merengues. Il più pericoloso, in apertura, è il vice Marcelo, Nacho, autore della rete decisiva nella recente sfida di Champions con il Paris Saint Germain, che coglie in pieno il palo con una botta dal limite. A sbloccare il risultato, appena varcato il 20’, ci pensa il grande di serata, Sergio Ramos, che s’inventa una spettacolare rovesciata sugli sviluppi di un angolo calciato da Isco. Mentre i compagni corrono ad aracciarlo per la prodezza appena realizzata, però, il centrale grida di dolore per il riacutizzarsi del dolore alla spalla sinistra, di recente infortunata, che dopo qualche minuto lo costringerà a cedere il posto a Varane. Una volta in vantaggio, i blancos hanno la colpa d’indietreggiare pericolosamente, permettendo ai ragazzi di Emery di rientrare in partita. La prima palla buona, confezionata sulla sinistra da Tremoulinas viene scippata sul più bello ad Immobile dal provvidenziale Pepe. Al 36’, però, in occasione di una giocata a palla ferma, l’ Torino trova un raioso diagonale da posizione angolata che vale il pari andaluso. Gol che il centravanti di Torre Annunziata aspettava dallo scorso marzo, quando aveva realizzato l’ultima marcatura con la casacca del Borussia Dortmund. Per trovare un no capace di segnare al Real in Liga, poi, bisogna tornare indietro fino al 2008 e a un gol di , all’epoca al Villareal.

RE LEONE RUGGISCE. La ripresa si apre con i madrileni raiosamente in avanti, alla ricerca del nuovo vantaggio, che bombardano la porta di Sergio Rico con Bale, Kroos e Cristiano Ronaldo. Il Siviglia, però, non solo regge, ma riesce addirittura a sorprendere nuovamente la difesa merengue grazie a una grande giocata di Konoplyanka, che triangola con Immobile, entra in area e serve un pallone al bacio per Banega, che completa la remontada andalusa. Rafa Benitez inizia a sudare freddo e si gioca la carta James Rodriguez, che regala subito un grande assist per CR7, che sparacchia fuori bersaglio. Emery, qualche minuto dopo, toglie dal campo l’estenuato Immobile, sostituito dall’altro juventino Fernando Llorente, che neanche cinque minuti dopo l’ingresso in campo, realizza il terzo gol sevigliano della serata con un imperioso stacco , su preciso cross di Mariano. E sono già 3 i gol in Liga per il Re Leone. Proprio allo scadere, arriva il 3-2 di James Rodriguez, con uno splendido tiro da fuori area. Troppo di. Tre punti per il Siviglia, al quarto successo consecutivo in campionato nel fortino del Sanchez Pizjuan e vetta soliia per il .

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply