ULTIM'ORA

Si riparte? Max: ‘Rocchi alibi’. De Santis: ‘male fede’.

De-Sanctis

di Matteo Talenti e Antonella Lamola - Juve-Roma non finirà… e Sassuolo sono già rassegnate.

Qui Roma. De Sanctis e Astori sono tornati ad allenarsi in gruppo e dovrebbero partire dal 1′. In forte dubbio De e Iturbe, che potrebbero essere risparmiati da Garcia in vista delle sfide di Champions con il Bayern. Keita ko per un problema a un polpaccio. In mediana ballottaggio tra Flo e Paredes. In difesa confema per Yanga-Mbiwa al posto dello squalificato Manolas.

Qui . Lavoro a parte per Botta, Gamberini e Izco. Schelotto migliora e potrebbe partire dalla panchina

Si ricomincia? “Per la Juve conta vincere, non importa come”, stavolta attacca De Santis. “Con 20 anni di calcio alle spalle Totti ha fatto bene a parlare. Si fatica ad accettare certe decisioni perché si ha la sensazione di non giocare ad armi pari… Fa riflettere la sproporzione tra quello che la Juve ha vinto in Italia e quello vinto in Europa”.

Il portiere giallorosso insiste. “I giocatori della Juve sbagliano a sentirsi perseguitati. Sono uguali agli altri e si comportano alla stessa maniera: l’unica differenza è che in Italia vincono spesso. Come dicono a Torino? ‘Vincere non è importante: è l’unica cosa che conta’. Dovrebbero aggiungere: ‘E non ci interessa come. Dovrebbero ammettere di essere stati fortunati e non trincerarsi dietro la tesi dell’accerchiamento”.

De Sanctis spiega la pressione dello Juventus um: “L’ ha 5 assistenti, non ne ha bisogno di altri 5… E’ assurdo che 4-5 juventini debbano andare a protestare da Rocchi. Una situazione studiata nei momenti dubbi”.
E su Platini… “Ha una visione ristretta, è stato solo juventino”.
Peccato sia la visione del Presidente Uefa!

OLIMPICO, ore 18
Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Yanga Mbiwa, Astori, Cole; Nainggolan, Flo, Pjanic; Destro, Totti,
A disp.: Skorupski, Lobont, Marchegiani, Somma, Torosidis, Holebas, De , Emanuelson, Paredes, Uçan, Ljajic, Sanabria, Iturbe. All. : Garcia

(4-3-1-2): Bardi; Frey, Dainelli, Zukanovic, Biraghi; Cofie, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; , Paloschi
A dips.: Bizzarri, Seculin, Cesar, Sardo, Edimar, Mangani, Bellomo, Schelotto, Lazarevic, Botta, Pellissier, Meggiorini. All.: Corini

Da Torino risponde …brutta questa cosa: Max quando era a Milano, ha detto cose ben peggiori di Totti e De Santis, possibile che cambiare panchina e stipendio azzeri tutto? Come mai adesso sente anche lui ‘il rumore dei nemici’?
“In 12 milioni tifano Juve – dice – gli altri sono del Milan, dell’Inter, della Roma e così via, ma tutti contro di noi. Ora me ne rendo conto”.

sta facendo la sua parte: bene in campionato, male in Champions: la macchia di Madrid è l’ossessione di Torino: “L’Europa? Parliamone alla fine. A Madrid se finiva 0-0 avremmo parlato di grande personalità. Abbiamo fatto la gara giusta prendendo gol sull’unico errore. Possiamo migliorare”.

Sarà, ma ai bianconeri basta mettere il muso fuori dall’Italia per andare in depressione: “Da noi si evidenziano sempre le cose meno buone. Tutti dicono il calcio italiano fa schifo, ma nessuno fa niente perché migliori. Tutti dicono gli italiani sono i peggiori, poi li troviamo ad arbitrare la finale della Coppa del Mondo. Le squadre italiane all’estero prendono dubbi e stanno zitte. Da noi non succede”.

Si difende: “Bisogna apprezzare le giocate, altrimenti è tutto un alibi. Le decisioni di Rocchi sono state elevate alla massima potenza perché era Juve-Roma. In una partita di medio-basso livello non fregava niente a nessuno. Così si è persa anche la grande Juve contro una grande Roma, che ha in Totti un giocatore straordinario”.

Eccoci a Vidal: “Ogni tanto i ragazzi qualche stupidata la fanno. Devono capire quando se lo possono permettere. Sull’impegno in allenamento niente da dire. Chi mi ha impressionato di più? Marchisio. Grande inizio”.

IL CAMPO. Qui Sassuolo: Ariaudo, Floro Flores e Manfredini ancora a parte. Recuperato invece Vrsaljko, alle prese conun problema a una caviglia. Peluso è squalificato e Di Francesco dovrebbe scegliere Longhi per la fascia sinistra.

Qui Juventus: attende il rientro de nazionali per valutare le condizioni dei singoli e fare le scelte per il Sassuolo. Da verificare soprattutto la situazione del ginocchio di Vidal, che potrebbe finire in panchina. Uomini contati in difesa, spazio a Ogbonna. In Morata out per squalifica, s va verso la riconferma del tandem Tevez-Llorente

REGGIO EMILIA, ore 20.45.
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Antei, Cannavaro, Longhi; Biondini, Magnanelli, Taider; Berardi, Zaza, Sansone
A disp.: Pomini, Gazzola, Acerbi, Terranova, Bianco, Missiroli, Brighi, Chibsah, Floccari, Floro Flores, Pavoletti. All.: Di Francesco

Juventus (3-5-2): Buffon; Ogbonna , Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Pirlo, Evra; Tevez, Llorente
A disp.: Storari, Rubinho, Padoin, Pepe, Mattiello, Vidal, Pereyra, Asamoah, Coman, Giovinco. All.:

Qui Sassuolo: Ariaudo, Floro Flores e Manfredini ancora a parte. Recuperato invece Vrsaljko, alle prese conun problema a una caviglia. Peluso è squalificato e Di Francesco dovrebbe scegliere Longhi per la fascia sinistra.

Qui Juventus: attende il rientro de nazionali per valutare le condizioni dei singoli e fare le scelte per il Sassuolo. Da verificare soprattutto la situazione del ginocchio di Vidal, che potrebbe finire in panchina. Uomini contati in difesa, spazio a Ogbonna. In Morata out per squalifica, s va verso la riconferma del tandem Tevez-Llorente

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply