ULTIM'ORA

I sì e i no del Napoli a Kiev: passa se ripete Wolfsburg!

C_29_articolo_1065260_upiImgPrincipaleOriz

di Paolo Paoletti – Il con un piede nella fossa? L’1-1 col Dnipro lascia molti dubbi… è quanto meno azzardato. L’analisi dei numeri del San Paolo detta pareri contrastanti:
1. Il 69,7% di possesso palla è stato poco concretizzato.
2. In il segnato 26 in 13 partite: media di 2 reti a gara. Quanti ne serviranno a . E con 95 tiri in porta è la squadra più pericolosa del torneo.
3. La gran mole di gioco col Dnipro ha registrato 19 tiri con soli 4 degli avversari, per chiudere però in parità e con subito.
4. Il Dnipro, quindi, tira poco ma ha un’alta percentuale izzativa. Di contro subisce pochissimo. Infatti nelle ultime 5 partite ha incassato 3 . E farne appena 1 in casa è bastato per einare prima l’Ajax e poi il Brugge.

Nel girone einatorio gli ucraini hanno incrociato l’Inter con doppia sconfitta: 2-1 a , 1-0 in Ucraina…
Risultati che dimostrano che anche a la formazione di Markevych è battibile.

Il Dnipro è ben organizzato, come detto da alla vigilia, ma superabile.
Bisognerà aver pazienza e non perdere la testa, a il può farcela se….

Varsavia è punto di arrivo di una corsa che ha avvantaggiato gli azzurri per buona parte del torneo: avversari facili nella fase a gironi, sedicesimi e ottavi. Col Wolsburg è cambiato ma il ha schiantato i tedeschi a casa l.
Servirà ripetere la stessa partita in Ucraina. E che l’Uefa ce lo mandi buono.
Chi? L’

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply