ULTIM'ORA

Scandalo: Elkann è in Sky, Agnelli e DDV in Gazzabet!

della-valle-agnelli

di Paolo Paoletti - Eppur si muove. L’informazione è morta e sepolta, nonostante tutto mostra qualche sussulto di verità.
Questa riguarda , prova provata d’informazione pilotata anche nello sport!

Una abberrante questione di conflitto di essi: John Elkann è nel board di !

Il presidente dal maggio 2013 ha un ruolo operativo nella nuova News Corp, gruppo che controlla .
E’ incredibile che l’amministratore delegato della Holding Exor, proprietaria della Juventus, abbia un ruolo anche in , leader della pay tv digitale e opinion leader nello sport detenendo i diritti della serie A e delle Coppe Europee.

Il conflitto è pubblico ma tutti tacciono.

Tutti altrettanto sanno che ingaggia commentatori di area delle principali squadre: Mauro in quota Juve, Bergomi , Boban e Costacurta , Sosa Napoli, Di Gennaro Fiorentina, etc etc.
Tutti sanno anche che i direttori di sono quando va bene dei top club: Caressa è Juventino, Massimo Corcione è considerato ancora un fedelissimo Mediaset che entrato in conflitto con la redazione per critiche reiterate al s’è messo in quarantena. ‘Quasi’ volontariamente. A fare il capo è to5rnato bruno con delega a Caressa per il calcio.
De Laurentis s’è permesso addirittura di mettere il veto sugli inviati al San Paolo e via dicendo… mentre Buffon ha una tresca con la D’Amico!

insomma fa e disfa il calcio italiano, attenta a non urtare la suscettibilità dei nel rispetto della legge “pesce grande mangia pesce piccolo”.
I club fingono resistenza, indignazione, autonomia: ma incassando quasi 1 miliardo l’anno, alla fine girano la faccia… e che sopruso si faccia.

Il conflitto d’essi in Italia è irritante quanto prassi: purtroppo è diventato qualcosa di tipico in Italia. Berlusconi ha evitato la galera grazie all’immunità politica e l’impunità mediatica. Alla Juventus non basta più la sudditanza psicologica e quindi tira le redini dei grandi network che orientano la testa degli italiani.

Eppure non si tratta degli unici casi di un palese conflitto d’essi nel calcio.

Della Valle, padrone della Fiorentina, e Andrea Agnelli, presidente della Juventus: sono soci in e di Gazzabet, agenzia di scommesse sportive online dello stesso gruppo. E’ arcinoto, ma l’etica in Italia è qualcosa che si mangia.
Per regolamento nessun tesserato può scommettere, ma Della valle e Agnelli possono essere proprietari di agenzie di scommesse. Il vuoto normativo non suggerisce il senso di opportunità e tutti vissero felici e nti, fin quando qualcuno canta la storia e qualche PM cerca scampoli di notirietà accanto a rigurgiti di giustizia.

Se tutti gli addetti ai lavori fanno finta di non sapere, come potranno mai sapere gli italiani in che schifo è finito il calcio?

Della Valle e la Famiglia Agnelli invece di far finta di tirarsi i capelli, dovrebbero dimettersi. , ex Sindaco di Firenze e attuale , che fa?
Chi ne trae guadagno sono sempre gli stessi, chi se la prende in quel posto altrettanto.
Inconcepibile che Della Valle e Agnelli potrebbero tranquillamente scommettere sui risultati di Fiorentina e Juve. E l’arroganza trionfa.

In altri paesi europei, come in Inghilterra è la Federazione che gestisce il calcio e le assemblee di Lega sono una cosa seria. In Italia solo finti litigi, urla e bestemmie. Spettacolo da zarellari>: chi non ricorda il “siete tutti una merda” di De Laurentis? Noblesse oblige…

La verità per è che i media di oggi contano come il 2 di Coppe, senza peso e senza palle!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply