ULTIM'ORA

Sarri oscura Verona: tutto storto a mezzogiorno?

640x360_C_2_video_576483_videoThumbnail

di Nino Campa - Non gli piace l’orario, non è contento di , non gli vanno giù gli infortuni di Mertens e Gabbiadini. Sarri farebbe a meno di giocarla Verona-Napoli: “Gonzalo è rientrato dall’ molto stanco. Manolo e Dries? Infortuni che non ci volevano. Partite a mezzogiorno? Chiedete ai giocatori…”.

Giocatori? I tifosi azzurri ricordano Giulietta, Verona non è una sfida come le altre…
“Al di là di tutti gli aspetti è una gara importante e quando uno vive in una città deve calarsi anche nella realtà e se lo è per i tifosi lo diventa anche per noi. Faremo di per regalare loro una gioia. Il Verona è la stessa squadra più o meno che pochi mesi fa ha battuto il Napoli, vale di più della classifica che ha, si riprenderà ed i miei non faranno quest’errore di sottovalulo. La sosta poi rompe delle inerzie, rompe il ritmo, vedi l’inizio delle gare con e post-sosta. E poi noi abbiamo tanti giocatori andati in giro per il mondo”.

Cosa cambia a mezzogiorno?
“Se chiediamo a 100 giocatori, non troviamo uno che è contento di giocare a quest’orario. Ribalta le abitudini del pre-partita e crea qualche difficoltà, ma è una cosa che vale per tutti”.

Mertens e Gabbiadini?
“Non voglio forzature nei recuperi. Io so le stesse cose che voi avete letto nel . La situazione verrà rivalutata a metà della pma settimana, da qui a dire che ci saranno con l’ è prematuro. Gli infortuni in però sono di più rispetto a quelli del club, quindi qualcosa succede. Dispiace perchè Gabbiadini in questa fase sarebbe stato fondamentale, così come Mertens che dall’inizio o dalla panchina può spaccare la partita”.

gioca?
“L’ho trovato come uno che ha giocato in un altro continente a temperature calde, poi ha fatto un viaggio lunghissimo e l’ho trovato stanco come ovvio in queste situazioni. Speriamo che domani sia in condizioni discrete. Io per lui avevo pensato ad impiego parziale, ma devo fare scelte diverse”.

Allerta terrorismo, il Napoli va a Brugge in League. Paura?
“Non penso dipenderà da noi, vediamo se ci saranno i margini di sicurezza, sarebbe meglio giocare secondo me. Ognuno deve fare la propria vita ed il proprio lavoro, poi se non ci saranno margini di sicurezza decideranno le autorità. La nostra preoccupazione è la stessa di altre persone che girano l’ per lavoro, guadagnando sicuramente meno di noi. Noi per ora pensiamo a Verona”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply