ULTIM'ORA

Rossi scalcia, punito: miracolo a Valencia?

Valentino Rossi

di Paolo Paoletti – Ultimo posto nella griglia di Valencia e 3 punti di penalizzazione sulla patente Fim che non riguarda il Mondiale. La direzione di Sepang punisce Valentino per il a Marc Marquez nel di Malesia in cui è arrivato 3° dietro Lorenzo.
Ciò significa che dovrà fare un miracolo in Spagna, casa di Lorenzo, per mantenere il vantaggio di 7 punti in classifica generale e vincere il Mondiale.

Il contatto tra il Dottore e Marc Marquez ha segnato tutta la gara di Sepang, dopo una settimana di accuse e polemiche scatenata da Vale sull’amicizia ‘scorretta’ tra i due spagnoli!
E’ proprio Marquez, l’accusato, ha determinare : fa passare con facilità Lorenzo in dopo una partenza sbagliata; disturba fino a cercare il contatto che scatena la reazione sbagliata di Valentino allontanato con un facendolo cadere.
Duello duro senza esclusione di colpi: Marquez cade, si rialza, si ritira al 7° giro.

Diffi trovare un equio tra le ree dello , il mito di Valentino , la forza straripante dei giovani come Lorenzo…
Valencia sarà uno spettacolo imperdibile e proprio l’impresa, di più, il miracolo… darà alla gara di i connotanti del mito.
A Tavullia, paese del Dottore, sono già pronti davanti la .
L’Italia tutta si fermerà per sostenere Vale.

NOTE. Pedrosa, su Honda, ha vinto il della Malesia, classe Moto, penultima gara del Motomondiale.
Seconda e terza le Yamaha Movis di Jorge Lorenzo e Valentino , che vede così ridursi a 7 punti il vantaggio sul compagno di squadra.

Il podio è però stato messo sub iudice per il contatto, al sesto giro del , tra e Marquez, che ha portato al ritiro dello spagnolo.

Al termine di una serie di sorpassi tra i due che battagliavano per il terzo posto, è parso rallene improvvisamente all’uscita di una curva, quasi attendere Marquez. Poi il contatto che ha spinto lo spagnolo a bordo pista e quindi in terra. Valentino ora è terzo, Marquez si è ritirato. Pedrosa guida la gara davanti a Lorenzo.

La Yamaha ha presentato appello alla sentenza della Race Direction.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply