ULTIM'ORA

A Roma riaprono i ‘bordelli’: ciao Merlin, si torna al 1959!

File:Get_lautrec_1894_salon_in_the_rue_des_moulins

di na Collina – Nel 1984, Toulouse Lotrec dipinse “Au Salon de la Rue des Moulins” che folleggiava a Parigi.
In già un anno prima, le prostitute lavoravano sotto il controllo dello Stato!
Da aprile, avrà la sua strada a luci rosse! Prima area della città dove la prostituzione sarà tollerata e controllata…
Il sito è ancora da individuare ma nel IX municipio.
Scopo del Comune è liberare le strade dell’Eur e controllare sfruttamento e prostituzione. Il progetto è seguito da Francesca Danes, Assessora alle i, e promosso da Andrea Sant, presidente della Nona Municipalità.
Fuori zona i clienti pagheranno no a 500 euro di multa…
Il costo del progetto è di circa 5 mila euro al mese, in gran parte versati per le unità di strada e gli operatori i che monitoreranno l’attività delle ragazze. Costi divisi tra Municipio e Campidoglio.
Reazioni:
“Penso che sarà molto dif abolire la compravendita del sesso, perché n quando ci saranno uomini che vanno e vanno… le signore lucciole sulla strada resteranno”.
“Si creino centri con controlli medici e misure igieniche adeguate”.
” E ora che le meretrici possano versare i contributi aspettandosi una pensione, garantendosi dignità ed i più elemeni ”. ù
Siamo tornati al ’59, quando la Legge Merlin abolì i bordelli!!!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply