ULTIM'ORA

Roma, fantasmi… Mancio riprova a sperare: 2-1, Icardi.

icardi-l-anno-prossimo-resto-all-inter-614553

di Nina Madonna - “Gli attaccanti non devono perdere fiducia. Questa sera abbiano avuto problemi a impostare dal portiere alla difesa. Davanti non hanno fatto male, non hanno colpe. Certo, dobbiamo essere più efficaci. Se facevamo il secondo gol vincevamo la partita. In difesa scelte sbagliate come nell’occasione del secondo gol, ma abbiamo fatto una buona gara, niente da vedere rispetto all’Atalanta. I ragazzi devono alzare la testa, dobbiamo avere la stessa voglia di oggi. Dobbiamo essere più efficaci nelle due aree di rigore. Classifica? Non abbiamo ancora perso niente, ma dobbiamo pensare a vincere col Sassuolo”. Garcia tenta di tenere su la baracca che affomda!
La è piena di fantasmi, prigioniera di Francesco Totti. Primo vero errore di Sabatini.

Mancini ne ha approfittato e torna sotto il sesto posto.
Dipenderà dagli altri, troppi, per superare la Fiorentina, nonostante l’ League.
Il Napoli è in agguato, la sconfitta di San Siro costerà moltissimo ai giallssi che non trovano forza, spunto e qualità per reggere il finale di .
Sbaglia anche Garcia a non dare un taglio netto, potrebbe essere tardi anche per il
Si salvano Naingolan, gol a parte e Pianjc finchè la caviglia ha retto. E per un tempo Ibarbo. Il resto è uno sbando totale: in ogni reparto, dove l’attacco è ridicolo senza mai un tiro in porta – eccetto il palo di Ibarbo – e nessuna presione per Vidic e Ranocchia. Figurarsi.

Mancio ha vinto con Icardi, 18° gol, e una buona prova fisica e tattica. Hanno sprecato anche tanto i nerazzurri, acciuffando per i capelli un risultato salvccia e poche riconferme per l’anno prossimo.
Bene fino alla rifinitura, bene Hernanes che ha segnato e cucito il gioco, bene Gnoukouri, ragazzino di personalità in mezzo al campo.
Male Guarin e Brozovic, sostituiti.
Alla vigilia il pari non serviva a nessuno, sull’1-1 la avrebbe potuto respirare in attesa di Lazio- e Napoli-Samp.
La sconfitta getta la croce addosso a tutti, i si hanno l’imbarazzo della scelta nello scegliere i bersagli della contestazione.
Meglio non tornare a , farebbe bene Garcia a portare tutti in ritiro, almeno fino a mercoledì.
Su Icardi non è rigore, Orsato a visto giusto.
Troppi gli errori della in fase di impostazione per tenere il risultato.

NOTE. Scorcio di grande Inter nel secondo anticipo della 32a. A San Siro, i nerazzurri hanno battuto 2-1 la grazie a un gol di Icardi all’88′ dopo una gara ad alto ritmo. Prima reti di Hernanes (15′) e Nainggolan (62′). Palo colpito da Ibarbo al 19′.
Per l’Inter si riaccende una speranza europea, la ha il Napoli addosso per il .

TABELLINO. INTER- 2-1
Inter (4-3-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Guarin (33′ st Shaqiri), Brozovic (26′ st Kovacic), Gnoukouri (41′ st Podolski); Hernanes; Icardi, . A disp.: Carrizo, Santon, Felipe, Nagatomo, Dimarco, Palazzi, Obi, Bonazzoli, Puscas. All.: Mancini
(4-3-3): De Sanctis; Flo, Yanga Mbiwa, Manolas, Holebas; Nainggolan, (44′ st Doumbia), Pjanic (32′ st Iturbe); Ibarbo, Totti (7′ st Keita), Gervinho. A disp.: Skorupski, Lobont, Tsidis, Spolli, Cole, Paredes, Uçan, Verde, Ljajic. All.: Garcia
Arbitro: Orsato
Marcatori: 15′ Hernanes (I), 17′ st Nainggolan (R), 43′ st Icardi (I)
Ammoniti: , Brozovic, Juan Jesus, Ranocchia, Gnoukouri (I); Yanga Mbiwa, , Nainggolan (R)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply