ULTIM'ORA

Roma fuori, 0-2: persa a Mosca… City troppi top.

livescore-1

di Paolo Paoletti - Nasri e Zabaleta, ma la Roma ha perso la qualificazione a Mosca. E De Sanctis ce l’ha sulla coscienza.
Questa è la verità, si voglia o no. Un disastro…

Poi si può e deve dire che il City è più forte della Roma se con Aguero infortunato schiera Dzeko e poi Jojò Jovetic.
Ma le ‘circostanze’ hanno voluto che Nasri prenda il palo e la palla finisca dentro, mentre Manolas fa lo stesso e la palla va fuori anche per una manata di Hart, portiere Citizen.

Ecco, la differenza nelle partite decisive la fanno i Campioni. I Citizen ne sono zeppi senza che si senta l’assenza neanche di Yayà Tourè.
Il migliore della Roma, invece, è stato Naingolann; calato alla distanza ma enorme per buoni 60 minuti. Un gladiatore a campo.
E che è partito spumeggiante per spegnersi pian piano.

Nei 20 minuti iniziali Garcia perde l’occasione: in partite così non si può entrare 3 volte in area con l’uomo in più e non fare gol.
Aguero ci ha messo del suo anche in questa qualificazione-rimonta del City. Forse a sarà di nuovo in campo evitando l’operazione.

L’Europa della Roma ora è quella di serie B. Garcia ha sfiorato il miracolo cui nessuno credeva il giorno del sorteggio.
Ma il campionato presenta subito 2 vie: riscatto o !
Nel momento decisivo della stagione la Juve avrà ancora gli ottavi da giocare, ma la svolta deve esserci subito a Genova per raddrizzare la stagione.

A caldo parla Naingolann: “Grande amarezza, perdere così fa male. Ci credevamo. Una palla di Manolas, quelle di Holebas e di …tante occasioni sprecate, ma sapevano che se prendevamo gol era finita. Resta l’Europa League, nessuno avrebbe detto che ce la saremmo giocato fino all’ultima partita”.

I gol: Nasri al 15′ st e Zabaleta al 40′. Sentenza: la Roma scende in Europa League, terza classificata nel girone. Il City va agli ottavi di Champions.
Delusione enorme, ma verdetto giusto per quanto visto in rispecchia quello che si è visto in campo. La Roma ha sofferto la squadra inglese, e dopo il promo gol subito è arrivato solo un palo di Manolas. Prima del raddoppio del City.

LA PARTITA. L’hanno vista tutti. Da segnalare solo alcune cose.
1. Fuori De , dentro Pjanic: il dubbio diventa certezza un’ora prima del match. Garcia sceglie così, avrà pure le sue ragioni.
2. Totti s’è arreso quasi subito: sovrastato sul piano fisico, fuori dal ritmo di gioco.
3. Dopo 5′ minuti Holebas spara addosso a Hart un comodo pallone dell’1-0.
4. Un tiro di , un altro di Ljajic… la Roma prova il possesso del campo. Ma il ritmo e il palleggio del City conquistano spazi dominio del gioco.
5. Non è la Roma che ci si aspetta: dopo l’avvio è impaurita, frenata. Si adegua al possesso-palla del City e cerca solo in contropiede.
6. Anche Pjanic poco o niente: da lontano impegna Hart, un segnale, una scossa, ma arriva il castigo: Nasri prende palla e da fuori area scaraventa un pallone imparabile: palo no e gol, giusto al 60′.

Dentro Iturbe e , fuori Ljajic e Totti. Ci vogliono due gol, per riprendersi la Champions, e vci si mette anche la sfortuna: colpo di testa di Manolas al 26′, palo! Poi Demichelis devia in angolo (forse di braccio) un’altra palla-gol.
Sono i fuochi finali giallssi, la disperazione.
Al 40′ st ancora Nasri mette Zabaleta davanti De Sanctis per il 2-0.

TABELLINO. ROMA-MANCHESTER CITY 0-2
Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon (34′ st Flo), Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic, Keita. Nainggolan; Ljajic (22′ st Iturbe), Totti (26′ st ), . A disp: Curci, Astori, Strootman, De . All. Garcia
Manchester City (4-4-1-1): Hart; Zabaleta, Demichelis, Mangala, Clichy; Navas (22′ st David Silva), Fernando, Fernandinho, Milner; Nasri (43′ st Kolarov); Dzeko (33′ st Jovetic). A disp: Caballero, Sagna, Kompany, Lampard. All. .

: Mazic (Serbia)
Marcatori: 15′ st Nasri (M), 40′ st Zabaleta (M)
Ammoniti: Yanga-Mbiwa (R), Dzeko, Nasri (M)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply