ULTIM'ORA

Roma champagne ma Rudy aspetta l’Inter!

640x360_C_2_video_410386_videoThumbnail

di Matteo Talenti - Se il Napoli è super, la Roma cos’è?
Non esageriamo! Dopo 6 partite il Napoli non è super e la Roma, partita benissimo, segnala una serie A medriocrissima. La più scarsa degli ultimi 20 anni!
Battere il Bologna, è stato facile-facile se dopo 18′ era già 2-0. Se – del quale anche pensa e dice “ha problemi sotto rete” – fa addirittura doppietta, se vincerne 6 su 6 è un record che nessuno neanche immaginava!

Roma Capoccia, meglio anzi molto meglio rispetto a , Napoli, , , Lazio e . Non solo per la vetta della classifica, ma per il gioco ed il piglio che mostra sulle ali del ritrovato entusiasmo.
Rudy Garcià ha centrato subito il punto: sabato c’è l’ primo vero esame…”partita difficile e essante!” Già essante è l’aggettivo più adattop. Perchè la a ci ha già rimesso le penne ed è il primo vero test per i giallo.
Sembra una persona seria il francese, certamente ha rivoltato la Roma di Lucio e Zeman. Un solo al passivo è il dato più significativo: 17 fatti in 6 gare – media 2,8 dice il resto. Come i 37 anni di Totti e la rinascita innanzitutto fisica e mentale di De .

All’ c’è la storia: Florenzi rompe l’equio già all’8′: Pjanic spara, Curci e difensori dormono, il giovinetto insacca lesto di testa. al 18′ raddoppia in contropiede, innescato da un no-look di Totti ed è fatta. Anzi Benatia fiorma i 3 tre punti al 26′ in acrobazia a centro area.

Accademica ripresa: Bologna per onor di firma, si doppia, Ljajic entra in tempo per fare cinquina. Stop.

PAGELLE.
8,5. Che sia ritrovato nello spirito e nelle motivazioni si era già visto nelle precedenti apparizioni. Ma vogliamo parlare dei movimenti? Nonostante il fisico mingherlino, in campo aperto diventa una forza della natura e quando punta l’uomo sai già come va a finire.
Balzaretti 7,5. Classico esempio di uno a cui il derby ha cambiato la vita. Per la prima volta, forse, ha assaporato la fiducia dell’ambiente e l’adrenalina non ha più smesso di correre nelle sue vene. Preciso, puntuale, efficace in fase di spinta
De 7. lo ha rispolverato e lui, da gran campione qual è, ha risposto. Sempre presente, non sbaglia un pallone, hai quasi l’impressione di un muro invalicabile quando te lo ritrovi contro. Protegge la difesa come meglio non si può

Diamanti 6. Riesce a capovolgere un po’ l’andamento della partita a fine primo tempo, crea pericoli e mette a repentaglio l’imbattibilità di De Sanctis. Ma le energie si esauriscono in fretta: negli ultimi giorni è stato a letto con la febbre
Curci 4,5. Soffre l’aria di casa, si impressiona subito e con questa prestazione sancisce un avvio di campionato disastroso. Agliardi scalpita

TABELLINO. ROMA-BOLOGNA 5-0

Roma (4-3-3): De Sanctis 6; Torosidis 6,5, Benatia 7, Castan 6,5, Balzaretti 7,5; Pjanic 6,5, De 7, Strootman 6,5 (22′ st Taddei 6); Florenzi 7 (34′ st Borriello sv), Totti 7, 8,5 (20′ st Ljajic 6,5). A disp.: Skorupski, Lobont, Burdisso, Romagnoli, Jedvaj, Dodò, Marquinho, Ricci, Caprari. All: 8
Bologna (4-2-3-1): Curci 4,5; Garics 5, Antonsson 4, Mantovani 5, Morleo 5,5; Pazienza 5 (19′ st Khrin 5,5), Perez 5,5 (1′ st Christodoulopoulos 6); Kone 5,5, Diamanti 6 (34′ st Bianchi sv), Laxalt 6; Cristaldo 5. A disp.: Agliardi, Stojanovic, Radakovic, Cech, Crespo, Della Rocca, Moscardelli, Gimenez, Acquafresca. All: Pioli 5
Arbitro: Russo
Marcatori: 8′ Florenzi, 18′ , 26′ Benatia, 17′ st , 40′ st Ljajic
Ammoniti: De (R), Perez, Morleo, Diamanti (B)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply