ULTIM'ORA

Renzi al Colle, stop Alfano: vice o Viminale! Da FT modello Mexico…

++ Governo: Renzi ad Alfano o vicepremier o a Interno ++

di na Collina - Aut aut di ad Angelino Alfano in una notte di fuoco per la squadra di : “O resti vice o ministro dell’no”.
Alfano opterà per il Viminale. Alla riunione c’erano Graziano Delrio, Dario Franceschini e con Alfano, Maurizio Lupi.
“Basta con il rilancio – ha detto – io domani vado al Colle, fatemi sapere la vostra scelta”.

Il incaricato è infatti atteso al Colle con la lista dei ministri.

Ieri sera ha incontrato, Luca Cordero di , lo sceicco Khaloon al Mubarak, propieatrio del Manchester e capo di un fondo essato all’operazione Etihad-Alitalia, chiedendo conferma dell’essamento per l’operazione Alitalia.

Barack Obama o Tony Blair?
Meglio che Matteo si ispiri a Enrique Pena Nieto, presidente cano. Il suggerimento è del Financial Times, che vede “un’Italia divisa e una dose di realismo cano potrebbe essere più utile dell’illusione del sogno americano”.

“Il modello migliore per è sempre in Nord America – scrive Ft – ma più a sud degli Stati Uniti. Da quando Pena Nieto è stato eletto 15 mesi fa ha portato avanti un’ambiziosa agenda di riforme: dalle telecomunicazioni, all’istruzione, all’energia. E dopo un decennio in cui e’ stato considerato poco più di un ‘narco-Stato’, ora il co e’ decisamente tornato nel mirino degli investitori stranieri. Qualcosa che anche l’Italia dovrebbe cercare di fare”. “La più importante lezione che può prendere dal co – spiega dunque il Ft – è che il giorno dopo essersi insediato Pena Nieto si e’ seduto con i principali gruppi di opposizione e ha negoziato un programma di 95 punti diventato il ‘Patto per il co’. E nonostante le pressioni da sinistra e da destra per smantellarlo, l’accordo è ancora integro e ha aiutato il presidente a raggiungere i suoi obiettivi”. “Una volta deciso chi sosterrà il suo – conclude il Ft – dovrebbe raggiungere un accordo simile. E questo è un passo che il suo predecessore Letta non ha mai fatto. Il Patto potrebbe ridimensionare le sue enormi ambizioni, ma dimostrerebbe ai partner europei e nazionali che il giovane primo ministro italiano è realista e serio” .

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply