ULTIM'ORA

Rafa, Mancio, il dubbio: parafulmini o colpevoli?

1411460092_benitez-mancini-590x374

di Paolo Paoletti - La dell’ di Mancini, rilancia il solito refrain: si prende un tecnico come para fulmine o per un progetto tecnico?
L’rogativo è ciò che porta avanti il da quando è arrivato Benitez: voleva centrocampisti che sapessero difendere e costruire, ne ha 2 coppie che fanno a metà, difendono o costruiscono.
Mancini invece sta cambiando tutto, ma la sua va sempre male addirittura peggio di quella di Mazzarri.
Che non voleva licenziare…
Mancio è arrivato come il salvatore della Patria Nerazzurra, ma la ripresa non parte. Anzi.
Benitez fu convinto in 48 ore da che doveva riempire il no di Mazzarri: andrà via anche Rafa.
Escluderei macumbe del tecnico toscano, Mazzarri è l’impiccio per ribadire che bisogna scegliere delle due l’una:
1. la squadra la fa il club e l’affida al tecnico prendendosene le responsabilità;
2. la squadra la fa l’allenatore ma servono i per prendere i giocatori richiesti.
Il tutto bisognerebbe definirlo prima, ma sia nel caso di Benitez…sia in quello di Mancini non c’è stato il tempo per farlo. Anche volutamente.
A Benitez andava bene tornare in , a 3,5 milioni netti: tecnico più pagato anche di che aveva vinto 2 scudetti consecutivi.
A Macini è andata anche meglio avendo scavalcato Rafa nello stipendio.
Stop.
Il a 4 punti dalla Roma può e deve rammaricarsi di un mercato mediocre nel secondo anno: con Reina, Godin e Mascherano avrebbe potuto competere con la ntus. Ha vinto 2 coppette e vorrebbe lasciare con l’ League.
L’ doveva centrare il terzo posto ma Mancini ora diffonde il nuovo obiettivo: costruire per puntare allo scudetto l’anno prossimo.
Chiacchiere…
La Roma sembrava aver fatto tutto bene ed è in profonda. Manolas non è Benatia, Totti non è più Totti, non è più
La squadra l’ha fatta Sabatini, il migliore in circolazione in .
Quindi il responso non è così facile.
E la che punta il 4° scudetto consecutivo non aiuta la soluzione.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply