ULTIM'ORA

Processo Napoli: Rafa ha fallito, DeLa imbrogliato!

Napoli - Chievo

di Paolo Paoletti - ha passato il segno almeno per 3 motivi:
1. non può fare la paternale a giornalisti e tifosi e perdere col Chievo.
2. non può dire che il mercato è stato ottimo ed essere surclassato a centrocampo dove De Laurentis ha bucato almeno 10 colpi.
3. non può chiudere la seconda sconfitta in 4 partite – preinari e campionato – e dire che è tutta colpa dell’attacco.

Non è cosi, mente sapendo di mentire. La salve di fischi del sono solo l’antipasto di una polveriera pronta ad esplodere anche per le sue colpe.
1. E’ complice del cine-presidente che sfrutta da 10 anni i napoletani. Anche col Chievo primi della classe con 35.251 ed un obolo di 517.437,52 euro!
2. Fa finta di non capire che al Napoli serve una pressione costante, il fiato sul collo che lui non sa imporre ai giocatori, per ottenere il massimo impegno. Su come funziona il calcio in questa città vada a lezione da Ottavio Bianchi.
3. Non ha risolto i nodi di cui è prigioniero la squadra: Albiol, Inler, .

Col Chievo cominciò il mese del all’, non ne ha tratto insegnamento. E non da peso alle statistiche se va in vacanza proprio nella settimana di Napoli-Chievo che negli ultimi 5 anni è costata 5 sconfitte coi veronesi. Supeficialità? Provocazione? Arroganza? Comunque sia ha imboccato un vicolo cieco.

Se il mercato è stato ottimo come lui dice, è il solo colpevole. Lo è comunque perchè non può tradire una città raccontando queste fesserie.
L’attacco ai giornalisti già prostati a De Laurentis è indegno, segno di una insofferenza all’ambiente propedeutica all’addio. Mica si può andare avanti così fino a maggio…

esca allo scoperto, con uan di queste 3 opzioni:
1. dica la verità sul mercato e sui perchè De Laurentis non ha preso i giocatori che servivano;
2. ufficializzi il suo addio al Napoli;
3. si dimetta subito, rinunciando a che non merita.

Rafa era il garante dei napoletani, per ottenere con suo prestigio dove Mazzarri non era riuscito: i top player. La lista dei nomi è stata la più grande truffa mediatica degli ultimi 10 anni. Ha tradito, mettendoci firma e faccia.

La squadra gli è sfuggita di mano: Higuain, Callejon, Insigne vogliono andarsene. Reina lo ha già fatto. Albiol sta facendo di tutto per farsi cacciare, migliore strategia… IL gruppo è il suo principale accusatore perchè le promesse non sono state mantenute.

Due, al problema tecnico si aggiunge quello comportamentale. Il professor non funziona: non motiva, non pressa, non incide sulla testa dei giocatori.
Izco ed Hetemaj hanno ridicolizzato Jorginho e Inler, Cesar ha annullato Higuain quanto Albiol s’è fato fregare da .

Tre, il Napoli ha tirato in porta 31 volte. Sbagliando pure dal dischetto. Non è una questione solo tecnica, ma di carattere e personalità. La partita non è stata preparata, pesa come un macigno la rinuncia alla Champions.

Quattro. Hamsik ha fatto 1 gol in 31 partite 31! Era uno da 11-12 reti a stagione. Non trova posizione ed è un problema tattico colpa del tecnico; ha perso fiducia che azzera bagaglio tecnico e capitale della società; non è un cuor di leone per essere il Capitano ed è un problema suo.

Anche i bambini sanno che il 4-2-3-1, se diventa 4-2-4 è falentare. Hamsik, è proprio lui l’ago della bilancia. E questo Napoli non ha centrocampisti che possano supportare 4 attaccanti.
E se ci si mettono errori gravi come quelli di Albiol assolutamente scoperto dalla presenza di Koulibaly – problema DIFESA acuitosi – si spiega perchè il Napoli ha subito 6 gol in 4 partite (Champions e Serie A) contro un modesto Bilbao, Genoa e Chievo che lotteranno per salvarsi.

Ultima carte da giocare sono De Guzman e Lopez, per Hamsik e Insigne. Più coperti in League e a Udine. Se va male, in 4 giorni, è l’.

Ecco perchè Rafa ha fallito, e De Laurentis imbrogliato.
Cari tifosi, si salvi chi può!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply