ULTIM'ORA

Ct boccia i club: “troppi stranieri, pochi giovani”. Impiccio Nazionale.

a39d6f3b1b74fb68c5ddff8358d72f95

di Adolfo Mollica - Nell’anno del mondiale, a giugno-luglio 2014 in , il italiano ha fatto registrare l’arrivo record di calciatori stranieri. Un dato che non lascia insensibile il Ct della azzurra Cesare . ”E’ un dato che impone una riflessione, non soltanto ai media ma anche a livello di programmazione – ha detto – se io fossi un presidente di club, penserei a lavorare sui per cercare di portarli in prima squadra, e completerei il programma inserendo giocatori stranieri, bravi”.

Tra l’altro, proprio il poco spazio che hanno i nel italiano sta obbligando il ct, a sua volta, a fare determinate scelte, come ad esempio richiamare un centrocampista non più ssimo come Thiago Motta: ”Premesso che non lo abbiamo mai abbandonato né dimenticato, il problema è che i nostri fanno fatica a imporsi e a farsi vedere. Noi non dobbiamo abbandonarli, ed è quello che stiamo facendo, ma dobbiamo anche riflettere sulla realtà e capire perché fanno fatica, se hanno limiti tecnici e di personalità, se non sono in grado di reggere certi confronti”.

“Io ho cercato di proporre molti – ha concluso – e non potendo fare degli stage, li ho impiegati nelle gare che contano. C’è chi ha fatto bene, chi meno, io devo tener conto di questo e fare delle scelte”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply