ULTIM'ORA

‘Manita’ di Old Boys e AcNapoli: Muro fa il bomber!

87317bc3-0ba5-421b-9205-06145b3ca25c

Terza giornata del primo torneo AICS sui campi del Centro ivo Kennedy: Old Boys e AcNapoli vincono segnando 5 reti. Muro autore di una tripletta, punta al titolo cannonieri degli Over 50.  Ecco le partite, con pagelle e commenti!

OLD BOYS – UNITED NAPLES 5-1

RETI: 23′ Ajello, 56′ Caliano (UN), 60′ Anaclerio, 75′ Scuteri, 83′ Fiorillo, 86′ Dell’Aquila.

di Nino Campa - Old Boys vince meritatamente e nel segno del nome che porta: ragazzi  ancora giovani nelle emozioni, meno nel fisico. Ciò non impedisce una gara inizialmente tirata, combattuta, anche spiosa. Il vantaggio arriva intorno a metà del tempo, quando Gagliotti – che aveva lungamente protestato per un rigore inesistente – trova un bell’assit per Ajello che centra l’anino basso alla sinistra del portiere.

Nell’United Naples la tensione è alta fin da subito e la prima sostituzione già al 20′ per infortunio di Casceglia. Tre minuti prima dello svantaggio…

Gli Old macinano: bene Fiorillo l’equilibratore che fa girare il pallone con sapienza e tempismo; Anaclerio, si vede, che ha un passato sui campi dei campionati minori; Gagliotti si muove bene ma con troppo nervosismo che trasmette a compagni ed avversari.

Il pari di Caliano apre il secondo tempo e fa immaginare altro di quanto visto. Invece proprio Anaclerio dopo appena 4 minuti, rimette avanti gli Old che da quel momento non lasciano più il ndo del gioco. Segnano Scutieri, Fiorillo forse il migliore in campo, e dell’Aquila.

Vittoria netta e meritata dei Boys, rinforzati da alcuni nuovi giocatori provenienti dal Quaranta, che mantengono la testa della classifica ed una buona differenza reti. Molto si capirà dopo la sfida con ACNapoli.

Per gli United basta allungare l’occhio oltre il terreno di gioco per capire che il malumore serpeggia: spetterà al tecnico rimetetre le cose a posto.

OLD BOYS. Tramonto 6; Marfella 6 (60′ Esposito 6), Addeo 6; D’Amore 6, Russo 6, Punzo 6 (46′ Narangio 6); Fiorillo 7, Silvano 6 (46′ Dell’Aquila 7,5), Ajello 7 (46′ Traditi 6), Anaclerio 7 (60′ Mazzeo 6), Gagliotti 6,5 (46′ Scuteri). Allenatore: Milo 7.

UNITED NAPLES. Lucci 4,5; Del Piano 4,5, Pini 5; Pesacane 5, Longo 3, Casceglia sv (20′ …..); Volpe 5, Innocente 5, Guida , Di Costanzo (15′ Piretti 6.5), Cardone 5, (65′ Caliano 6,5). Allenatore: Bernardo 5.

Arbitro: Salvetti 6.

Ammoniti: 14′ Longo, 15′ Tramonto, 16′ Gagliotti.

Espulso: 74′ Longo per doppia ammonizione.

 

AC. NAPOLI ’26 – GESIN 5-1

RETI: 16′ Muro, 39′ Marino (G); 46′ Capparelli, 51′ e 62′ Muro, 65′ Riso.

di Nino Campa - Quando ti chiami Ciro Muro, ovvero sei Ciro Muro… puoi segnare 3 ,  prendere un palo da posizione impossibile, servire 4 assist non sfruttati, anche se fisicamente sei ancora agli inizi di una condizione accettabile! Così, AcNapoli- Gesin, diventa una passeggiata, come tra scapoli e ammogliati sui campetti d’estate. Invece Caramiello, l’aveva presa più che bene, come d’altronde Smimmo anche perchè del tecnico Paoletti.

Il risultato dice che non c’è stata partita, ma fino al vantaggio di Muro con una punizione magistrale,  non era stato facile per gli azzurri, oggi distratti e molli in mediana e  in .

Eppure quando metti t’aspetti, Marino pareggia sfuttando una errore di Mancuso ‘statuina’ in piena area di rigore. Sul traversone, dove non può arrivare, di petto e destro imparabile per Cirillo dall’avversario che tutti stanno a guardare.

Dal 46′ Paoletti rimanda in campo una formazione con 4 cambi per dare più gamba e qualità a centrocampo con Annunziata e Zurlo, rimescolando la difesa con Fabozzi e Tufano.

Dopo qualche minuto Perna, infortunatosi all’adduttore già a metà primo tempo, lascia per Invito; nel finale spazio anche per Mannelli e Di Maro. Riso trova il 5-1, nonostante si trascini per il campo. Quando Muro aveva già trasformato due penalty per falli evidentissimi sullo stesso Riso e Zurlo. Ma il centravanti azzurro avrebbe merito su un bel colpo di testa finito sulla traversa.

Alla fine, Cirillo è tornato tra i pali con serenità; avrà due settimane ‘in rosso’ per recuperare da un calcione all’alluce. Perna sempre più a suo agio in regia avrà il suo da fare per farsi assistere meglio dalla mediana; in tutto dipenderà sempre da Muro. Capparelli ancora in , conferma una attesa inversione di tendenza. Tutto però è ancora in in progress anche per AC Napoli!

E la Gesin? E’ squadra che va in campo con grande entusiasmo e bisogna farle i complimenti per averlo fatto in regime covid. Ma va rifondata!

AC.NAPOLI ’26. Cirillo 6; Piacente 6 (46′ Fabozzi 6,5), De Stefano 6; Mancuso 5,5 (46′ Tufano 6), 6,5 (75′ Di Maro sv); Battista 6 (46′ Zurlo 6,5); Naddei 6 (46′ Annunziata 6,5), Perna 6,5 (60′ Invito 6), Riso 6,5, Muro 7,5, Capparelli 6,5 (63′ Mannelli). Allenatore: Paoletti 6.

GESIN. Longobardo 5; Selitti 4,5, Senatore 5,5 (75′ Bruzzano 5); Cozzolino 4,5 (67′ Di Vincenzo 6), Russo 5 (57′ Plini 5,5), Marino 6,5 (73′ Savarese 5); Arienzo 6, Caramiello 5 (65′ De Vita 5,5), Giordano 5, Armano 6 (75′ Orlando 5,5), Smimmo 5 (52′ Iumiento 5,5). Allenatore: Arienzo 5.

Arbitro: Parretta 6

Ammonizioni: 34′ Cozzolino, 42′ Marino, 51′ Sellitti.

 

TORNEO OVER 40
CR74-UNIT 3-3
RETI.  Piscopo 8’ (CR), Montuori al 36’ (UNI), Brando al 63’ (CR), Galizia al 67’ (R) e al 72’ (UNI) Tascone al 90’ (R)
 di Edoardo Menna - Partita finita in pari, molto equilibrata che a due stili di gioco differenti. Da un lato il pragmatico CR74 ha saputo sfruttare le poche ma buone occasioni da ; dall’altro l’Unit con più possesso palla e più pazienza, dalle verticalizzazioni e scambi improvvisi dei due attaccanti.
Ad aprire le danze è proprio il CR74 con Piscopo, dopo un’azione rocambolesca da calcio di punizione.
L’unit non si è lasciata abbattere nonostante lo svantaggio prematuro restando lucido e con il controllo del gioco, che passa dai piedi di Fusco, Galizia e soprattutto Montuori, sulla fascia sinistra.
È proprio quest’ultimo trova il pareggio con un tiro dal limite dell’area, non irresistibile. Il vero protagonista del pareggio è purtroppo in negativo. Ronza, portiere del CR74, il quale si lascia sfilare un tiro centralissimo sotto le braccia, facendosi trovare impreparato.
Il CR74 sembrava aver riparato l’errore del suo portiere, con il a inizio secondo tempo di Brando. Ma la giornataccia di Ronza lo porta a commettere anche il fallo del rigore trasformato da Galizia, che da li a poco realizzerà una doppietta.
Il Cr74 però nel finale riesce ad alzare il baricentro e schiacciare una difesa che, eccetto i due subiti, non aveva mai sofferto la sterilità degli
attaccanti Anatriello e Russo.
La giocata della gara la fa Tascone che molto coraggiosamente, punta
l’uomo e saltandolo si guadagnerà il calcio di rigore che trasformerà in maniera glaciale al 90’.
Nota preoccupante e deludente, sono le infinite interruzioni di gioco per
proteste, scorrettezze ed insulti ad un arbitro palesemente in difficoltà nel gestire le situazioni. La rissa nel finale è l’apice di ciò che in un campo dal calcio non deve accadere.
CR74. Ronza 4, Mallardo 6, De Mata 6, De Angelis 6.5 (dal 45’ Barbato 6), Pinzolo 6 (dal 45’ Tascone 7), Perrotta 5.5 (dal 39’ 5), Santonastaso 5.5, Gatta 5.5 (dal 39’ D’Ascenzo 5), Piscopo 7 (dal 28’ Pirone: 6, dal 90’ Gambardella s.v), Anatriello 5 (dall’88’ Mazzi: s.v), Russo 5.5 (dal 45’Brando 6.5). Allenatore: Nacci 5.5
UNIT. Frallicciardi 6.5, Bonanno 5 (dall’81 Scasserra s.v), Esposito 5.5 (dal 23’ Fornaro 5.5), Castaldo 5.5 (dal 90’ Incarnato 5.5), Tarantino 5.5, Montuori 7 (dal 75’ Chiummariello 4.5), Panzanella 4.5, Peciuolo 6.5, Melchiorre 6 (dal 90’ Gentile s.v), Fusco 7, Galizia 7.5. Allenatore: Tipaldi 6.5
ARBITRO: Pasquinuccio 4
Ammoniti: Perrotta, De Angelis, Barbato, Tascone, Mazzi, Gentile, Tripaldi.
Espulso: Panzanella per doppia ammonizione
FREELANDER- SUPERO’ 2-9
RETI. Manzo al 6’, 27’, 44’ (SUP) no all’8’, 15’ (SUP), Pistola al 18’ (SUP), Vetromile al 50’, 72’,86’ (SUP)
Misarno al 22’ (FREE), Natale al 66’ (FREE)
di Edoardo Menna - Partita a senso unico, non solo nel punteggio. La Superò ha letteralmente schiacciato con una facilità disarmante Freelander in ogni reparto.
Dalla difesa: i due centrali sempre in anticipo, attenti, aggressivi, puliti, in particolare una super partita di Terraciano. Unica sbavatura, del subentrato
Tartaruga, che dimentica di marcare Savino, autore dell’assist per il di Natale. Forse rilassato visto che si trattava del 7 a 2.
Per il resto, da segnalare Tufano, rubapalloni e fantasista allo stesso tempo, Pistola, un treno sulla fascia sinistra dalla quale sono pervenuti quasi tutti i del primo tempo, ma soprattutto una coppia di altissimo livello in , formata da no e Manzo.
Quest’ultimo, autore di tre e due assist, esce nel secondo tempo per far spazio a Vetromile, che realizzerà altrettanti centri nei restanti 45
minuti.
La vera costanza è però no: due , tre assist e un palo su punizione che Vetromile deve solo spingere in rete. Qualità per il capocannoniere, ma anche leadership, sicuramente la voce più alta in campo anche a risultato ampiamente scritto.
Dei Freelander nelle note positive ci sono purtroppo solo il
splendido di Misarno, su scucchiaiata, e il secondo -bandiera consecutivo di Natale.
Per il resto, difesa distratta (in troppi gli attaccanti dei Superò erano totalmente soli a centro area), centrocampo senza filtro e manovre offensive in costante inferiorità numerica, hanno agevolato la vittoria schiacciante dei
Superò.
 FREELANDER. Muscente 5, Ferrara 4.5 (dal 45’ Bernardo 5), Prezioso 5, Ruggiero 4.5, Vaiano 5 (dal 16’ Sorrentino 5), Ciccarello 5.5 (dal 45’ Mascaro 5.5), Molinari 6, Ponsiglione 6 (dal 40’ Dell’Acqua 6), Misarno 6.5 (dal 45’ Savino 6), Natale 6.5, Bove 5.5. Allenatore: Nello 5
SUPERO’. Russo 6 (dal 58’ Antonucci 6), Leone 6 (dal 45’ Prisco 6), Galeone 6.5 (dal 45’ Di Franco 6.5), Terraciano 7 (dall’86’ Ventre 6.5), Pistola 7.5,
Dello Russo 6.5 (dal 56’ Tartaruga 5.5), Ferraro 6.5 (dal 40’ Vetromile 8), Monaco 7, Tufano: 7, Manzo 8 (dal 45’ Culierso 6.5), no 8.
Allenatore: Cristiano 7.5
Arbitro: Tortora 6.5

 

 

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply