ULTIM'ORA

Poker Lorenzo, Valentino 2° ora trema: solo +1!

C_29_fotogallery_1010123__ImageGallery__imageGalleryItem_16_image

di Sergio Trox - Jorge Lorenzo cala il poker: sono quattro vittorie di fila dopo il trionfo di Montmelò. Ma Valentino è secondo al traguardo dopo aver tentato una grande rimonta negli ultimi giri. Completa il podio Pedrosa. Ancora disastroso Marquez: al quarto giro tenta un sorpasso azzardato su Lorenzo, cade e si ritira. Out anche Dovizioso, con Iannone 4° sull’altra Ducati. Deludono le Suzuki: ritirato Espargarò, solo 6° Vinales. a +1 in campionato.

La classifica parla chiaro: comanda ancora a quota 138, ma Lorenzo è a 137.
Dopo Termas de Rio Hondo era a -29. E il maiorchino fa sempre più . Già all’ingresso della prima , infatti, brucia tutti e stronca i di gloria della Suzuki dopo la doppietta delle qualifiche: in testa alla prima , in testa al traguardo. Questo nonostante un tentato sorpasso kamikaze da parte di Marquez che, al terzo giro, è costretto ad andare lungo per non centrare il rivale. Honda a terra, nemmeno l’ingresso ai box evita il ritiro, il terzo stagionale e il secondo consecutivo per il campione del mondo. E la classifica inizia a piangere sul serio.

Marquez, comunque, è in buona compagnia. Sono tante le cadute al Montmelò: Crutchlow, gli attesissimi fratelli Espargarò. E, purtroppo, Andrea Dovizioso. La sua Ducati va giù al sesto giro in 4 e anche per lui arriva il ritiro. Di questo si avvan , che si ritrova subito secondo e passa l’intera gara a tentare di recuperare sul lanciatissimo Lorenzo. Il ‘martillo’ martella, ma il ‘Dottore’ negli ultimi dieci giri rosicchia qualche decimo al giro, troppo tardi però per ndergli la . Solo all’ultimo giro infatti si porta a meno di un secondo, ma è troppo tardi.

Domenica da incorniciare per Iannone, che dopo un sabato disastroso arriva quarto e si porta al nella classifica . Ottimo il 9° posto di Petrucci, alle cui spalle c’è Alvaro Bautista, che regala 6 preziosissimi punti all’Aprilia. Primo punto in questa stagione, infine, per Al De Angelis e per la sua ART.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply