ULTIM'ORA

Pippo Tortu sfida se stesso: miglioro il mio record e voglio lo scudetto Juve!

download

di Serena Paoletti – Filippo Tortu, Pippo, per gli amici, resta un ragazzo d anni che corre più veloce della luce.

Medaglia d’ nella staffetta 4×100, insieme con Lorenzo Patta, Eseosa Desalu e Marcell Jacobs e recordman no nei 100 con 37″50. Quando le nottio magiche di Bennato-Nannini non suonano più, confessa ”La prima cosa che ho pensato e che non fosse è possibile… Non volevo crederci, poi l’ho visto scritto sul maxischermo dello o mi è esplosa una bomba di emozioni nel cuore, ero in cima al mondo”.

L’emozione più grande a Tokyo? 
“Quando ho cantato l’inno sul podio. Farlo per il mio Paese è uno dei regali più belli che la vita mi aia fatto”.

L’ha visto il fotomontaggio di Chiellini che l’aiuta a vincere trattenendo un avversario?
“L’ho anche pulicato su Instagram, mi ha fatto troppo ridere e poi so che Giorgio mi ha seguito durante le mie gare quindi in un certo senso so che col pensiero l’ha trattenuto davvero!”.

Da quanto aspettava questo momento?
“Dal 15 giugno 1998, il giorno in cui sono nato”.

Tra le altre discipline qual è quella che le piace di più e perché?
“Il salto triplo, non so perché ma mi ha sempre affasto da quando ero piccolo. Esprimere potenza con quei salti è una cosa che un giorno vorrei provare”.

“Il pmo obiettivo è migliorare il mio tempo sui 100, poi vedremo…”.

Nei giorni scorsi Jacobs ha detto che il rapporto di fiducia reciproca tra voi si è incrinato, perchè
“Non è successo nulla, non so perché sia nata questa polemica. Ho sempre fatto i complimenti ai miei avversari e sempre lì farò”.

E la ?
“Sempre testa alla . Alle ho fatto una di corto muso, quindi ora tocca ad Allegri!”.

A cosa saree disposto a rinunciare per tornare a vincere lo ?
“A mangiare il risotto per un anno”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply