ULTIM'ORA

Petagna regala il derby, Gattuso un tempo a Pippo!

Lorenzo Insigne sorridente ph: Fornelli/keypress

di Paolo Paoletti - Vinto il derby, la domanda è su quale sia lew vera identità del Napoli.
Strapazzata l’, sconfitto dall’AZ mediocre squadretta dell’Eredivise, messa sotto per mezz’ora dal modesto anche se volenteroso Benevento…
Gattuso ha già tirato fuori la mentalità, lacuna endemica cui nessuno riesce a porre rimedio.
Non è solo questo il problema. A Benevento fin quando nessuno correva senza palla non è successo nulla se non il di Roberto .
Sul vantaggio insperato i sanniti si sono a difendere l’1-0 sbagliando di grosso.
E Gattuso nell’vallo non ha potuto far altro che mettere dentro chi non aveva quasi giocato sperando nella fame dei panchinari.
Petagna ha segnato il vittoria su assist di Palitano; prima erano serviti due tentativi a Lorenzo per pareggiare.
La partita è tutta qui: tra la volontà del Benevento, troppo scarso per vincere… e la scossa che Gattuso ha dovuto imporre nell’vallo.
Per adesso è andata bene, ma Benevento ha anche sottolineato che tutti difenderanno contro gli azzurri. Osimenh troverà sempre meno spazi. Il centrocampo a due potrà soffrire molto se gli esterni resteranno fuori dalla gara come hanno fatto Lozano che non si rivede spostato a destra e lo stesso , smosso dal del fratello cui vanno i compenti per l’emozione regalata alla famiglia.

Per adesso la classifica conta poco. Molto di più l’incidenza dell’, cui Gattuso dovrà opporre un turn over molto spinto oltre la possibilità dei 5 cambi.
Il Napoli deve giocare in contropiede. Mertens che a Benevento si è guardato la partita, può fare bene la sottopunta se si lancia nello spazio senza attendere i movimenti di Osimenh. Soffrirà Lozano altra prima punta alla ‘deriva’…
Petagna dovrà acnsi di spezzoni di gare.
Dietro Meret resta la riserva e la difesa va rimodulata: Koulibaly e Manoloas sono doppioni, Maksimovic vuole andare a giocare altrove, la corsia di sinistra tra Hysaj, Mario Rui, Ghoulam non ha ancora uno affidabile e incisivo.

Altro rogativo resta Fabian Ruiz. Anche a Benevento la prova è stata incolore. Questo è l’anno dell’esplosione o della mediocrità. e Barcellona attendono. Gattuso non può!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply