ULTIM'ORA

Per chi suona lo scudetto?Il Napoli dipende da Higauin.

napoliudinese-10_1066025sportal_news

di Paolo Paoletti - 27, 27, 26, Napoli 25: dopo 12 giornate 4 squadre in 2 punti aprono il campionato ad ogni ipotesi. Per chi è lo Scudetto?
La Juve ha lasciato uno spazio che nessuno colma, la è tra i grandi tornei il più difficile perchè il più mediocre. Le squadrette sono sempre meno, come gli squadroni: se tra Napoli – incensato da tutti – e Sassuolo ci sono solo 2 punti…

e Napoli si somigliano, rivelazioni entrambe. I 2 tecnici dimostrano che si può fare tutto e bene in poco tempo.
Ma Della Valle ha scelto di cacciare e prendere Sousa, Sarri è stata l’ultima spiaggia di dopo 5-6 no di altri tecnici.
Sousa ha capito meglio cosa fa la differenza in : il pari è come una sconfitta e la Viola non ha mai pareggiato, 9 vittorie e 3 sconfitte. Due punti in più del Napoli dopo aver perso lo scontro diretto. Ovvero 5 punti in più a parte il 2-1 del San Paolo!
I 4 pareggi di Sarri frenano, gli azzurri hanno capito cosa fare alla Quarta. E le prestazioni contro Genoa e Udinese preoccuoano. Non tanto per risultati e , 1 in 180′, ma perchè Gasp e Colantuono hanno capito come si frena il Napoli.

La vera sorpresa è il Sassuolo, quinto, confermando che la serietà di Squinzi e la competenza di Di Francesco pagano. Solo in provincia?

Da anni la , non era così combattuta.
e hanno mollato solo 9 punti sui 36 disponibili.
Due visioni opposte: Sousa gioca, segna (24) e incassa (9) poco.
Mancini non gioca, segna 1 a partita (12) e incassa meno (7) . Dovesse cominciare a giocar bene…
e Napoli, si esprimono quasi alla stessa maniera, in contropiede.
Garcia con Gervinho e Salah ha trovato ciò che cercava: Dzeko da segni di risveglio, ma il miglior attacco del torneo (27) gode di tutte le caratteristiche: velocità, calci piazzati, colpo di testa, segnano anche i difensori.

Napoli- il 30 novembre e Napoli-, 13 dicembre, spiegheranno ancora meglio chi c’è dietro l’ano.
Con una contrindicazione del calendario azzurro: nel girone di i 4 scontri diretti tutti fuori casa.

In questo momento il Napoli non sarebbe neanche in League. Quindi giusto dare a Sarri ciò che è di Sarri, non di più!

La gioca bene, l’ punta sulla difesa, la attacca meglio di tutte, il Napoli ha un in più: punti di forza e di debolezza delle 4 di testa. Ma in soli 2 punti ogni partita può cambiare tutto.

Milan (-7) e (-9) sono tagliate fuori, inutile sperare. Miha non è da , Allegri potrebbe entrare nelle prime 3 se esce dall’Europa agli ottavi.
Alla ripresa dopo le nazionali Milan-Juve sarà ad eliminazione diretta.
Infine la Lazio, indecifrabile: 3 sconfitte consecutive, saprà recuperare? Lo ha già fatto ma Pioli non da garanzie.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply