ULTIM'ORA

Nicchi esplode: “no sorteggio, serviva Albertini”. Caos!

C_29_articolo_1051692_upiImgPrincipaleOriz

di Paolo Paoletti - “Penso che siano in buonafede”, la terribile tranvata di Tavecchio agli arbitri con l’anticipazione sul sorteggio è la conferma della intestina al che ha creato 3 superpoteri: 3 Sistemi nel Sistema, con Nicchi presidente AIA, cane sciolto a caccia di alleanze. Oltre quella con la !

Nicchi dalla Gazzetta dello , spara: “Una eventuale loro richiesta è legittima, ma forse è bene spiegare che sono gli arbitri a decidere. E su questo punto c’è poco da perdere tempo: la nostra risposta è un no secco. Non lo faremo mai. Abbiamo piena fiducia negli arbitri e nei nostri allenatori. Forse qualcuno ha la memoria corta e si è dimenticato cosa è accaduto negli anni scorsi con sorteggi e griglie (Calciopoli). Se qualcuno ha nostalgia del passato, mi dispiace, noi guardiamo avanti”.

Tavecchio replica: “La risposta di Nicchi proprio non la capisco. La questione sorteggio non è compito nostro, decideranno loro stessi. E poi con questa presidenza l’Aia ha ottenuto cose che non aveva da anni”.

Lanciata da Lotito, rilanciata da Zamparini, la vera agli arbitri è il sorteggio dopo l’urgenza ‘Occhio di Falco’ per il -non .
Lotito vuole il sorteggio integrale ed è caos totale. Nicchi risponde duro: “Niente sorteggio! Decidiamo noi, non si discute. Dimenticano cosa accadde con le griglie. Avevamo fatto bene a votare Albertini”.
E’ il braccio di ferro no alla FIGC che ha disintegrato il e sta distruggendo i club, tranne , Roma, Napoli, Milan e che trattano con arbitri e la pay-tv sulla base degli ascolti!

Ribadito fermamente: “Non se ne parla neppure. Sono stufo di attacchi agli arbitri. E poi per cosa: una espulsione sacrosanta di un portiere? Non è colpa nostra se la rea è sbagliata. Lotito vada all’Ifab e vediamo chi l’ascolta”.
L’ira della Lazio è esplosa per la sconfitta contro il Genoa, avvantaggiato dall’espulsione di Marchetti per fallo da ultimo uomo che ha mandato sul dischetto Perotti.

Ma chi dimentica il di sulla di Tagliavento? I violini di Garcia a ? La esplosa tra Milan e sul delle tv abbinato agli arbitri?
Il calcio deve decidere: vuole essere credibile e rappresentare una risorsa per tutto il Paese o continuare ad essere il crogiulo dei più sporchi e bassi essi di pochi presidenti affaristi e cialtroni?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply