ULTIM'ORA

I Nas garantiranno lo Sport: in Italia tutto è malaffare!

Doping: Malagò "Nas padroni casa, ogni medaglia sarà pulita"

di Paolo Jr Paoletti - “Ogni medaglia italiana sarà pulita”. Giovanni , presidente , aveva anticipato la “svolta epocale”. L’accordo quadro sulla lotta al doping firmato coi NAS () per la tutela della salute, sottolinea l’emergenza con cui il si sta confrontando fino alla fine del mandato con Rio 2016.
“E’ un passaggio importante nella direzione auspicata dal governo”, rileva il sottosegretario Graziano Delrio presente nel Salone d’Onore.
“Per difendere le eccellenze italiane c’è bisogno di lità e trasparenza. La lotta al doping è una questione di civiltà e noi siamo pionieri in termini di trasparenza”.

“L’impegno categorico per le istituzioni è quello di fornire una risposta adeguata alla dimensione e alla complessità del fenomeno e questa intesa rappresenta proprio questa risposta efficace e decisa”, aggiunge la Lon, ministro della Salute. I Nas sarannop coinvolti con “intese verticali” entro 90 giorni: una intelligence, per pianificare i controlli ‘in e out of competition’. L’investigazione per scoperta e repressione delle attività contrarie all’antidoping, il coinvolgimento e l’ausilio nelle operazioni di controllo antidoping di ispettori investigativi dei Nas, appositamente formati e specializzati quali ‘Ispettori antidoping’, ai sensi del Codice Wada e delle Norme Sportive Antidoping.

“Sono orgoglioso – dice – di avere dimostrato che non volevamo tenerci questo giocattolo. I Nas diventano i padroni di casa. Ogni medaglia italiana, d’ora in poi, sarà pulita: tutti gli atleti di vertice si rendono conto come sia una barare, visto che non gli sarà consentito nessun tipo di sconto, già lo era prima ora c’è la conferma ufficiale”.

“Il fatto che i Nas siano stati scelti come una forza di gaa in questa lotta al doping – afferma il ndante generale dell’Arma dei , Tulllio Del Sette oggi al assieme al generale ndante dei Nas, Cosimo Piccinno, che interessa atleti, sport e in particolare, è sicuramente positivo per noi e ci induce ad andare avanti su tutto quanto è possibile per aumentare le eccellenze in queste strutture specialistiche. Dobbiamo lavorare per reprimere il malaffare”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply