ULTIM'ORA

Napolitano: impeachment! Grillo e i 5S denunciano il Presidente!

++ M5S: accuse a Colle, da non rinvio leggi a Stato-Mafia ++

di na Collina – Il Movimento 5 Stelle accusa il Capo dello Stato di attentato alla Costituzione e attacca le istituzioni su piu’ fronti. Immediata la reazione dei partiti in favore del Quirinale. Bonino ‘Mancanza di decoro istituzionale’, Speranza, ‘Vogliono far saltare democrazia’. E Bondi, ‘Respingere campagna 5Stelle’; Mauro: ‘Sdegnato’, Cicchitto, ‘ è demenziale’.

Il Movimento 5 Stelle “ha formalmente depositato in entrambi i rami del Parlamento la denuncia per la messa in stato d’accusa del Presidente della Repubblica Giorgio ”. Lo rende noto un comunicato del gruppo del .

“Il Movimento 5 Stelle come annunciato in Aula dal capogruppo al Vincenzo Maurizio Santangelo – si legge in una nota – ha formalmente depositato in entrambi i rami del Parlamento la denuncia per la messa in stato d’accusa del Presidente della Repubblica Giorgio ”. “Alle ore 11.30 in Sala Nassirya al – prosegue il comunicato – conferenza stampa dei gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle per presentare l’atto di messa in stato d’accusa del Presidente della Repubblica. Parteciperanno: Luigi Di Maio, vicepresidente Camera dei Deputati, Federico d’Incà, capogruppo Movimento 5 Stelle Camera Vincenzo Maurizio Santangelo, capogruppo Movimento 5 Stelle , Paola Taverna, cittadina al – Movimento 5 Stelle Vito Crimi, cittadino al – Movimento 5 Stelle”.

Il presidente della Repubblica ha risposto ai cronisti al termine di una visita privata alla mostra sulla storia della Rai che si tiene al Vittoriano. A chi gli chiedeva se fosse preoccupato dalla richiesta di presentata dal Movimento 5 Stelle, si è limitato a rispondere “Faccia il suo corso”. I cronisti hanno poi provato a chiedere un commento sulla legge elettorale, ma il presidente della Repubblica non ha risposto.

“Mi pare qualcosa di assolutamente fantasioso”: così il presidente del , Piero , parla della richiesta di messa in stato di accusa del Capo dello Stato avanzata da . “C’è una procedura – spiega – che va applicata.

Io ho trasmesso la denuncia al presidente della Camera, lì si attiverà il processo prescritto dalla legge”, ha concluso.

Beppe domani a – Beppe verrà domani a per incontrare i parlamentari del . Lo apprende l’ANSA. Il leader ‘cinque stelle’ vuole incontrare i suoi, dopo la presentazione della richiesta dello stato d’accusa nei confronti del presidente della Repubblica Giorgio .

“Attentato alla Costituzione”: è il reato per cui il accusa presidente della Repubblica Giorgio nella richiesta di presentata. Quella presentata a Montecitorio, formata da Federico D’Incà, è lunga meno di dieci pagine, e viene trasmessa al presidente della Giunta per le Autorizzazioni Ignazio La Russa.

Mancato rinvio alle Camere di leggi incostituzionali; abuso del potere di grazia; grave interferenza nei procedimenti giudiziari relativi alla trattativa Stato-mafia: sono tra le accuse per il presidente della repubblica nuti nella richiesta di presentata da ai presidenti delle Camere.

di na Collina – Siamo alla mossa finale: per il Presidente della Repubblica Giorgio
La denuncia presentata da e i 5Stelle.
, seguendo le procedure per la messa in stato d’accusa dovrò rispondere delle zioni cha hanno messo in un ano una parte. Da arbitro si è trasformato in giocatore con la fascia di capitano. Tutte le cose che sta facendo sono per una parte” dice Luigi De Maio, vicepresidente della Camera.

“La richiesta di di mettere sotto accusa il Capo dello Stato rappresenta un atto scellerato volto solo a far saltare le fondamenta del nostro sistema democratico” risponde il capogruppo del Pd alla Camera Roberto Speranza.

“Il presidente – spiega Speranza – è il cardine principale della tenuta della nostra democrazia, fedele custode e interprete dei principi sanciti dalla Carta costituzionale. Il comportamento violento messo in atto nelle ultime ore dai parlamentari di rappresenta il più triste esempio di sovvertimento di quelle ree che sono alla base delle nostre istituzioni. Il partito democratico si adopererà in ogni modo per difendere lo Stato di diritto”.

Le reazioni alla denuncia del assumono i toni dello sdegno con Emma Bonino: “E’ mancanza di decoro istituzionale”. La ministra degli Esteri ha accusato i 5S davanti tutti i cronisti. Anche Boldrini spiega: “Giorgio è garanzia democratica”. La presidente della Camera esprime la “più sentita solidarietà dopo la sconsiderata decisione di avviare a suo carico la procedura della messa in stato di accusa”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply