ULTIM'ORA

Senza fondamenta: insolito destino di Sarri e chi fugge!

maurizio-sarri1-640x399

di Paolo Paoletti - Tutti si chiedono cosa unisca Mazzarri-Benitez-Sarri…
Tutti e 3 uniti da rivalse contro De Laurentis per acquisti inutili, mediocri o mai arrivati e ‘costretti’ a friggere il con l’acqua, nonostante reali chances .

La risposta è semplice: li unisce la mancanza di fondamenta della società. O per meglio dire, una società che non esiste.
Fondamenta che sono: stadio, centro sportivo, settore giovanile, di livello.
Sento dire che Sarri ha rivalutato la rosa per 100 milioni. Vero.
Marotta con il solo Pogba, preso gratis, ne farebbe incassare di più. E la Juve ancora oggi rinnova Barzagli (8 maggio 1981!) ancora miglior difensore italiano, tornato gratuitamente dal Wolsburg; ed ha vinto con Pirlo strappato al Milan a parametro zero e Tevez costato soli 9 milioni.
Queste sono fondamenta: competenza, progetto a medio e lungo termine, capitale di rischio. Che servono a prendere Dybala a 40 milioni e non sbagliare!

Ci sono 2 numeri che spiegano chiaramente: negli ultimi 5 anni la Juventus ha dato al Napoli 92 punti in classifca e 161 milioni di fatturato! Quello del Napoli aumentato solo di 10 milioni, nonostante piazzamenti onorevoli; quello della Juve di 171 milioni con quattro scudetti consecutivi. Trend che salirà ancora con il Quinto.
Il solo , ha contribuito in 3 anni a fatturare da 11 a 50 milioni, mentre De Laurentis non ha speso 1 euro 1 per mettere mano al San Paolo!
Ecco perchè il fatturato determina per chi sa fare fatturato.

De Laurentis è un perdente, lo dice l’economia, le leggi dell’economia: chi punta al mantenimento è destinato a morire. Da questo punto di vista il Napoli è già morto e solo la fortuna di questo cinepresidente ha tenuto a galla la squadra e la classifica.
La cosa, invero, riguarda tutte le concorrenti dei bianconeri, ma prima la Roma, con 2 secondi posti consecutivi ed il rusch finale di quest’anno; da un po’ Inter e Milan sono a caccia di soci e freschi per ripartire.
Berlus addirittura negando l’esistenza dei comunisti.

Americani, filippini, che siano, chi vuole vincere deve aprire a capitali stranieri. Tra un po’ metterà mano anche ai diritti tv, unico rubinetto che ha tenuto in vita il italaino, e saranno dolori sopratutto per chi non ha costruito niente.
Come De Laurentis.

La ‘mucca-da-mungere’ ha finito il latte e il Napoli non ha alcuna prospettiva con De Laurentis. La Champions sarebbe un palleativo, un modo per procastinare la morte, fino a quando reggerà il bluff aureliano?
Davanti ci sono 2 eventi: la cessione di Higauin e il mercato per la Champions.
Sarri resterà se gli verrà triplicato lo stipendio, cosa buona e giusta.

Ma che Napoli affronterà l’Europa?
Sarri, superesordiente, dovrà vedersela con i 12 punti di Benitez, che non garantirono nemmeno la qualificazione.
Ed anche con l’onorevole eliminazione di Mazzarri, uscito proprio per inesperienza a Stamford Bridge. Ricordate Drogba…?
Alla Juve per riprovarci in Italia e in Europa si parla di Gomez e Turè, con Cavani… corretto mix di giovani di qualità, esperienza e .
Higuain ha fatto ciò che nessuno immaginava con 30 gol in 32 partiute. E non è bastato. Come non basono i 104 gol in 3 anni di Edison Cavani.
Ecco perchè Mazzarri, Benitez e Sarri sono uniti da un insolito destino: un palazzo senza fondamenta, può solo crollare.
E più vai in alto, più ti farai male!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply