ULTIM'ORA

Napoli, via alla guerra scudetto. Esame per DeLa…

Giuntoli-De-Laurentiis-Sarri

di Paolo Paoletti - Il e lo scudetto, tutta Italia s’interroga: Arrigo Sacchi ha fatto notare che lo rasa azzurra è inferiore alle concorrenti. Inter, , Juventus nell’ordine. Non sono d’accordo sulla fiorentina che non è candidabile proprio per l’esiguità di alternative valide.
Ottavio Bianchi, del quale ho profonda stima, accetta la sfida girandola a De Laurentis: il può vincere a condizione che…

Le condizioni sono: 1.controllo sulla vita privata dei giocatori; 2. peso politico del club con gli ; 3. scegliere tra e campionato;
4. 3 acquisti di livello; 5 contratti a Sarri e Higuain.
Tra gennaio e marzo De Laurentis può decidere lo scudetto. Servono alternative di livello per Hamsik e Allan, un difensore centrale mancino, un attaccante che segni di testa nelle mischie in area che sempre più gli avversari proporranno al . Non sarebbe male che tra i 3 nuovi c fosse uno specialista delle palle inattive: quanti gol scudetto ha segnato Pirlo? quante partite ha risolto Pjanic con una punizione?
De Laurentis ha il destino del nelle mani: decida se vuole vincere oppure no!

SARRI. Sarri ha un contratto di 1 anno con opzione per il secondo. Gli accordi pluriennali a incremento progressivo del cinema non contano niente in Lega.
Il contratto del tecnico va fissato subito almeno al doppio dello stipendio adesso percepito. Ovvero oltre 1,5mln netti. E sarebbe comunque una fortuna.
Oggi molti vorrebbero Maurizio Sarri, ma siccome lui non è un fesso capitalizzerà a il suo grande lavoro.

HIGUAIN. Attenti all’art.17, peserà. Gonzalo vuole essere il giocatore più pagato della serie A. De Rossi prende 6,5 mln l’anno, De Laurentis si metta in testa che questi sono i soldi da spendere senza fare chiacchiere. Gonzalo punta alla classifica cannonieri e sogna lo scudetto, per riprendersi dalla delusioni dei due anni passati. Va pagato e trattenuto con una squadra da Champions.

SCUDETTO. E’ diffi, non impossibile. Molto dipenderà da come De Laurentis saprà farsi sentire negli ambienti che contano. I rigori non dati fin qui potevano essere un alibi, adesso diventino merce di scambio. Nel i ritorno, il avrà tutti gli scontri diretti fuori casa. è uno solo, Orsato adesso è fuori gioco, in queste gare serviranno tutti internazionali di avviata carriera. Ci sono gli Europei anche per gli e chi saprà orientare le scelte di Collina avrà vantaggio.

AMBIENTE. Argomento scottante. La piia non serve, anzi. Da questa settimana cambia con , Mediaset e Gazzetta. Non è un caso che la rosea abbia titolato l’intervento di Sacchi – peraltro rubrica fissa – e il Corriere dello una intervista a Ottavio Bianchi sullo stesso argomento.
Giornali e tv locali smettano di suonare violini e tromboni e facciano il difficil mestiere di raccontare la verità, sempre e comunque. Solo così si aiuterà il a vincere.

E’ un campionato irripetibile, senza padroni e troppi pretendenti. Se la Juve dovesse rientrare anche per lo scudetto, sarebbe una vergogna per tutti.
Quindi l’ipotesi è così aperta che solo chi non sa di calcio o pensa a interessi personali starà fuori dalla lotta.
Stavolta l’esame è per De Laurentis!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply