ULTIM'ORA

Napoli, sogno con 3 spine: 3 rinnovi urgenti.

higuain-sarri

di Paolo Paoletti - Quattro vittorie consecutive, 2 punti sotto la Roma capolista, solo 2 gol subiti nelle ultime 6 partite di campionato, capocannoniere a 7 reti con Eder: sono numeri da grande squadra. Il Napoli lo è?
manca un dato fondamentale per capirlo: in 12 gare, Sarri ha schierato la stessa formazione nelle ultime 6 di campionato. Sempre gli stessi che hanno cominciato a vincere: Rejna; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, ; callejon, , Insigne…
Ma si può giocare tutto un capionato in 11?
Sarri non vuole la formazione se non dopo il 67% dei minuti. Con la è andato oltre con la prima sostituzione al 39′ del st.
Insigne è stato cambiato 5 volte, e 4. e il suo turn over e le sostituzioni al computer sono un lontano ricordo. Ma proprio Sarri si lamenta del calendario e nota che la squadra è stanca!

Certamente vive un magic moment e fa bene il tecnico a mantenere un profilo basso…”Chi pensa allo scudetto non entra nel mio spogliatoio”.
La classifica e sopratutto il rendimento dicono che gli azzurri sono nel lotto dei pretendenti al titolo: 5 squadre in 2 punti distanza colmabile in una sola gara.
Napoli, Fiorentina, , Lazio a inseguire la Roma che si avvi a scontri decisivi: prima il derby poi il Napoli che fin qui ha vinto tutti gli scontri diretti tranne i test con il 30/11 e appunto i giallorossi il 15/12.

Dopo stentato avvio, 2 punti in 3 giornate, la reazione azzurra è stata decisa, rabbiosa. Metamorfosi non addebitabile solo al cambio di modulo che ha riportato Insigne a sinistra: il Napoli è rinato dalla motivazione dei giocatori, la leadership di Rejna che fu cacciato da De Laurentis per soldi, l’anima messa in pace da .

Poi tutto il resto, dall’esplosione di Lorenzino alla conferma di Allan, la riscoperta di Jorgino e la botta di fiducia di .
Seconda miglior difesa (8 subiti) dietro l’ a 7; secondo miglior (19) dietro solo alla Roma (22). L’equilibrio però è la cosa che manca sia a sia a .

Il Napoli non perde più tempo da 8 giornate: 5 vittorie e 3 pareggi. e Insigne l’hanno trasto fin lassù, Pipita ne ha già fatti 9 considerando l’ League. Sarri fa finta di niente ma in silenzio comincia a crederci anche lui.
E De Laurentis che ha già allertato il manager del tecnico: a gennaio si firma il prolungamento per 2 anni, 2,5 mln netti a stagione, ma serve il secondo posto e la Champions sicura.

Farebbe bene il cine-presidente a non pretendere la luna…Facesse così anche Insigne che ha chiesto un adeguamento alla (4,5/5 milioni). Gonzalo è il rinnovo più spinoso: a giugno si libera con l’art 17 a parametro . Per restare servono la Champions e il miglior stipendio della serie A. Il capocannoniere del torneo val bene 7 milioni l’anno!
Sempre meno di quanto ha portato a casa Cavani, dopo aver vinto i cannonieri in Italia e aver salutato Napoli!!!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply