ULTIM'ORA

Napoli: libero in campo, prigioniero del futuro fuori.

th

di Paolo Paoletti – Il Napoli è ancora al bivio, cosa farà da grande?
In campo contro il Verona s’è liberato dal vincolo di giocare solo per Higuain. Fuori si chiede: come liberarsi di ?

E’ stata un’ottima stagione, teoricamente ancora in corsa Scudetto. Ma i numeri non sempre dicono la verità. La Juve entro 15-20 giorni festeggeranno il Quinto. Una vita davanti a tutti.
, Napoli, Inter, nulla hanno potuto per interrompere lo stra. E quest’anno il no è crollato, fuori dall’Europa appena dopo la fase a gironi sia in Champions sia in Europa League.
Sarri ha fatto il possibile, di più. Allenatore dell’anno, non è mica detto che resti a Napoli.
Come Higuain, come perfino Gabbiadini!

Il dubbio è l’emblema della gestione : del Napoli non ci si può fidare!
Il 30 aprile scade l’opzione per il contratto del tecnico: Sarri ha rifiutato la scadenza ne parlerà a fine stagione. Sta bene anche a che vuole la sicurezza della Champions, ovvero il secondo posto.

Inter e , fuori casa, non preannunciano niente di buono. Il sogno s’è infranto a Udine, dove il cinepresidente ha attinto molto negli ultimi anni: Quagliarella, Inler, Allan…mai a buon mercato.
Lì ha lasciato il sogno, mai così vicino. Eppure nessuno può giurare come sarà domani.
Tecnico, bomber, il giovane più promettente…tutti con la voglia di fare le valigie.

Il caso Higuain ha sancito la pochezza del : nessun dirigente in grado di interloquire con l’allenatore quando servono consigli pesanti. Strinic, David Lopez, El Kadduri potevano e dovevano giocare in Friuli. Sarebbe andata diversamente.
Nessuno all’altezza di dire a Higuain di non perdere le staffe, nervi a fior di pelle inutilmente: lo scudetto si vince anche se non sopratutto dietro la scrivania. Lì dove il Napoli è il nulla.

A Udine non c’era, in vacanza alle Bahamas. Era assente a Dnipro, dove il Napoli fu buttato fuori dalla finale europea.
Sa che non conta niente, oppure non può mettersi contro i Palazzi del , prigioniero della sua fame di danaro?
Sempre per la stessa ragione non sa cosa fare con Sarri e Higuain.

Al tecnico non bastano 1,5 milioni stabiliti nell’opzione di . Ne vuole 2,5 per la classifica e la rivalutazione di tanti giocatori. Ha ragione, avrebbe dovuto anticiparlo a dicembre quando s’era già visto il lavoro del tecnico.
Con Higuain siamo agli sgoccioli: a Londra sono sicuri di averlo preso per 73 milioni. La conferma della clamorosa notizia arriva da Monaco di Baviera dove hanno preferito accontentare Lewandosky anzichè svenarsi per Gonzalo.
Conte avrà il bomber, in fila Naingolann e Manolas.
Il rifonda a suon di milioni, il Napoli non sa neanche cosa farà domani.
Snobbato anche da Gabbiadini che a gennaio ha comunicato che andrà via. Dove? Al miglior offerente, come fu per Lavezzi e Cavani.

Il Napoli non ha niente: niente o, niente centro ivo, niente settore giovanile….
Ha avuto 4 giocatori di prima fascia solo quando è arrivato Rafa Benitez. Difficile mantenere il ritmo.
Chi si aspetta un Napoli più forte l’anno pmo, stia tranquillo…Sarri vede la via di Firenze, Gonzalo studia l’inglese.

La vita è adesso, canta Baglioni.
Aurelio il Magnifico preferisce: Quant’è bella giovinezza, che si fugge tuttavia!
Chi vuol esser lieto, sia: di doman non v’è certezza.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply