ULTIM'ORA

Napoli insorge: basta turn over, panchina disastro!

Napoli-centrocampo-rossa-750x422

di Paolo Paoletti - Due sconfitte in 5 giorni: prima svolta negativa di Sarri.
Napoli è rimasta delusa, sopratutto dall’1-0 del Madrigal, maturato ancora nel finale.
Il turn over è contestato, nel mirino Valdifiori e Gabbiadini: si sente la mancanza di Zapata come cambio tattico, Manolo ha la testa altrove.

Problemi… senza il Napoli non punge, subisce gol pesanti nell’ultimo quarto d’ora.
Dopo 6 vittorie su 6, con quasi 9 tiri in porta – in Spagna solo 2 – e 4 gol a partita, ed Europa League hanno smascherato le difficoltà a giocare gare da dentro o fuori. Era già successo contro l’Inter in Coppa Italia, si è ripetuto nello scontro e nella prima europea di livello contro un Villareal neanche trascendentale.

Per la terza partita di seguito il Napoli non ha segnato su azione, qualcosa si è inceppato.
Il Napoli in Spagna ha perso la certezza del possesso palla: troppi errori di passaggio anche banali, quasi sempre di Hamsik! Gravi perchè frequenti, rendendo vano il ritmo gara e il filo del gioco a memoria.

Troppi errori: di scelte in , di precisione e nei tempi di interdizione in mezzo al campo…errori che hanno avviato pericolosi contropiede del Villarreal; ed anche il recupero palla molto alto, non ha funzionato come l’appmazione nelle conclusioni: due destri di Callejon, un sinistro di , ed uno centrale, respinto da Arèola, di Gabbiadini.

Tra la gente si fa largo, una antica verità: il Napoli non ha riserve all’altezza e i titolari hanno bisogno di respirare.
Anche se alcuni ci vanno pesante: “Valdifiori e Lopez sono l’anticalcio. A Torino e in Spagna Reina ha sbagliato. E poi Sarri le coppe non sa gestirle nè giocarle perché non puoi presenti a Villareal con mezza squadra stravolta e un gioco difensivo. Tra e Madrigal zero tiri in porta del Napoli”, allo chalet edicola della cumana in Corso Vittorio Emanuela si scatena l’amarezza del si ‘bene’.

Paolo, barista: “Valdifiori è insignificante”. Gorsky, polacco tuttofare,…”erano 20 minuti che Valdifiori cercava di farcela perdere. Questa partita Sarri ce l’ha sulla coscienza”.

Il tabaccaio, a pochi metri, accusa Sarri: “Continuerò sempre a dirlo, il Napoli non è in grado di fare il turn over, ora mi raccomando al ritorno tutti i titolari in panchina”.

De Vita, panettiere di lusso del ere, è il crogiolo di tutte le polemiche: “non è stata una gran partita. Se giochi con Valdifiori a centrocampo giochi con un uomo mancante. Non fa una giocata, non esce palla al piede, non lancia non marca, ha fatto solo il fallo della punizione gol del Villarreal, mi chiedo a cosa serve questo giocatore”.

Leo Vivard, gioielleria della frutta: “E’ sfortuna anche questa sconfitta? Un errore individuale, ingenuo ma pur sempre un errore, ha condizionato la gara. Nessuna tragedia, c’è il ritorno… perdere al Madrigal ci sta”.

Merlino mago della chimica, dirige i resoconti dalla Farmacia: “Tra una settimana li facciamo tornare a casa carichi di meraviglia. Il lunedi ci sono 8 programmi tv, come si fa con il Milan?”.

Alessandro Collina, promotore finanziario di successo non sa se cade peggio la borsa o il Napoli: “Fondamentale vincere con il Milan. Psicologicamente ha un’importanza clamorosa”.

Napoli è al bivio: sperare o staccarsi…siamo al dunque. Con la Juve è cominciato il momento della verità.
Fino a quando?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply