ULTIM'ORA

Napoli gira a -10, Benitez mente: più di così…

url-2

di Paolo Paoletti - Un Napoli straordinario? No, spieghiamo perchè.
Alla fine del campionato 2012-13, il Napoli arriva secondo a 9 punti dalla .
Adesso dopo mezzo campionato ne ha 10 di svantaggio ed ha perso anche la seconda posizione occupata dalla Roma.

La Juve è una realtà a parte, fa campionato a sè: eppure tornò in proprio insieme al Napoli, dopo aver mandato via quasi tutti i di e aver dato un calcio al passato di trionfi con la macchia.

Quindi se la Juve è fuori concorso e la Roma ha fatto ben 12 punti in più dello scorso anno, dopo 19 gare al Napoli resta che dare risposta alla domanda:
perchè non ha colmato il gap con la ? Perchè De Laurentis ha detto che bisognava vincere subito? Perchè Benitez nonostante punti e gol record è dietro il Napoli di ?

Il Napoli è a +5 rispetto lo scorso anno, già oltre tutte le più rosee aspettative con 42 punti e 41 gol segnati in 19 partite…ma ne ha anche già subiti 20 sui 36 totali dello scorso anno. Il dato peggiore però è che rispetto ai 9 punti di distacco a maggio scorso ne ha ancora perso 1 sulla capolista senza riuscire a migliorarsi oltre i 5 punti!

Caro Benitez, come e sopratutto quando il Napoli sarà grande?
Cominciamo col dire che i hanno una misura precisa della grandezza: vincere!
Dopo 2 scudetti, una Coppa Italia – quella sì da record con 13 vittorie su 13 – ed una Coppa Uefa, i si sanno bene come si diventa e cosa è essere grandi.
Quindi Benitez dopo essersi rimangiato la promessa scudetto estiva, dovrebbe dirci come e quando il Napoli vincerà.

Ad oggi, il tecnico spagnolo, spera nel secondo posto ma non può oggettivamente farlo per lo scudetto.
Lo scudetto è ciò che vogliono i ed è ciò che il Napoli non può vincere.
I motivi sono chiari e precisi: 1. poca competenza di Bigon-De Laurentis; 2. un presidente che fugge il rischio d’impresa; 3. il Napoli non esprime capacità attrattiva sui grandi giocatori.

Insomma è un Napoli mediocre, che si eleva in un campionato ancor più mediocre. Altro che straordinario…

Fa specie infatti che Rel non abbia subito gol per la seconda volta consecutiva, al Napoli era accaduto solo una volta da agosto.
Higuain è decisivo quando serve assist, il 6° a Verona, ma lui stesso ha detto che vuole solo i gol ma nella classifica cannonieri un centravanti costato 40 milioni si misura con Toni, Cerci e Immobile, guardando dal basso , perfino Berardi, Tevez e Rossi, lui sì un grande con 14 reti in 18 partite.

Mertens comincia a segnare, ma Callejon è a secco e Insigne ha appena segnato il suo primo gol dopo quello col Borussia Dortmund a Napoli.
Gli infortuni di Britos, Zuniga, Hamisk e Behrami, mettono tutti in imbarazzo…
Sulla difesa e la vicenda Cannavaro è meglio stendere un velo pietoso.

Al Napoli, per competere con Juve e Roma servono almeno altri 3 titolari di livello inter: quelli che Benitez vorrebbe, non vengono a Napoli e quelli interpellati da Bigon-De Laurentis hanno clamorosamente rifiutato: da Antonelli a Ganalons, da Naingolan a N’Vila…

Da ridere.
Può essere tutto ciò straordinario?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply