ULTIM'ORA

Napoli difesa da 4, ma va confermata fino a maggio!

Rafa-benitez-mira-napoli

di Paolo Paoletti - Basta con questa storia Benitez!
Dobbiamo dirlo chiaro: il turn-over – quando lo è – è una necessità sopratutto culturale. In parte sostenuta dai dati sulla condizione fisica dei giocatori.
Benitez non fa il turn-over, fa una rotazione degli effettivi puntando sopratutto sulla competitività na.
In attacco la cosa non produce scompensi perchè la qualità degli 8 giocatori di reparto si equivale. Dal centrocampo in giù, produce sconquassi perchè gli effettivi sono scarsi e sfiduciati dagli errori continui costati 30 gol in 23 partite di .
Di Benitez si sapeva tutto: abitudini, visione, curriculum, idea di gioco, flop italiano, trionfi stranieri.
lo ha ingaggiato conscio di tutto, ma non gli ha dato i soldi per prendere i giocatori che voleva il tecnico.
Adesso Benitez è il capro espiatorio di una stagione ancora a singhiozzo in , ma senza .
Benitez ha le sue colpe nell’applicazione rigida delle sue idee di gioco, ereditate da Mourinho all’; è il primo colpevole per una rosa da 7 in attacco, da 4 a centrocampo e in difesa!
R nella sosta delle coppe europee ha centrato e confermato i 2 centrocampisti scegliendo definitivamente David Lopez e Gargano.
In difesa continua a ruoe, per aene attitudine e partecipazione di tutti. ma non è la stessa cosa se gioca Koulibaly o Britos, Ghoulam o Strinic, Maggio o Henrique. Albiol dovrebbe essere il perno di esperienza e personalità, ma mostra una involuzione tecnica e tattica preoccupante.
Nel Real era terza scelta dopo Pepe e Varanne!
La partenza di Reina ha penalizzato tutto il reparto, ma si parte da una bassa qualità dei singoli che ripropongono sempre gli stessi errori.
Il male minore è ruoe in attacco e confermare il blocco: Koulibaly-Albiol-Britos-Strinic (in Ghoulam); David Lopez-Gargano.
Discorso a parte per Rel: se 3 gol consecutivi impongono una maglia di titolare per Gabbiadini, 3 errori marchiani consecutivi tra , Udinese e Palermo altrettanto per l’accantonamento di Rel, diventato PAPAREL.
Metterlo in panchina per Andujar, sarebbe però una scelta senza , visto che Cabral è fragile sopratutto di testa, oltre che male impostato nella tecnica individuale dove sta lavorando senza eccessivi risultati.
Quindi a Trebisonda, Benitez scelga il futuro del Napoli non solo la formazione dei sedicesimi di andata di League.
Il salvabile può essere salvato solo con una continuità di formazione, fin qui mai confermata.
Poi, R è meglio che vada e lo ufficializzi. Perchè è lui il principale responsabile se è, come dice di essere, il padrone del vapore!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply