ULTIM'ORA

Napoli day after: la città trema per l’addio di Sarri!

Sarri.Napoli.2017.2018.indica.750x450

di Paolo Paoletti – sfumato? Basta attendere 15 giorni…
Tutto può ancora accadere in questo nale pazzo, dove Juve e Napoli sono alla frutta almeno da un mese e mezzo e le motivazioni delle altre hanno azzerato i valori oggettivi delle due in testa.

Maurizio Sarri però sembra orientato all’addio al Napoli.
Ed in città gira voce che la scontta contro la aia segnato denitivamente la ne dell’avventura napoletana del tecnico. E non solo.

Giampaolo saree la prima alternativa, ma De Laurentis avree addirittura fatto un sondaggio per un -bis.
Una di cui solo il cinepresidente è capace!
Con Sarri andree via anche Giuntoli (DS senza portafoglio), seguito dal .

A Napoli è già domani, giorno delle decisioni. Cosa farà Sarri?
La risposta è nella vera domanda: cosa farà De Laurentis!

Sarri è l’unica garanzia, bisogna dargli ciò che chiede. A cominciare dai soldi: 4 milioni netti!
Poi i giocatori che gli faranno tornare la voglia di riprovarci….
Come già detto un impegno da 120-150 milioni di euro!!!

Il Napoli è crollato proprio per pochezza di rosa, ed a renze sono riemerse alcune responsabilità del tecnico, che si aggiungono alla eliminazione da Champions, Europa League e Coppetta Italia.
Impossibile scegliere Hamsik e tenere fuori Zielinski, rischioso puntare ancora su rinunciando a Milik.

Eppure restare con un pungo di mosche in mano con 90 punti e oltre in campionato è un errore che qualcuno dovrà pagare. Per cui lo stesso Sarri non può e non deve cadere nell’errore di nascondersi dietro gli errori di Orsato in -Juve.

Sarri ha un contratto col Napoli, scadenza giugno 2020. Due stagioni ancora.
AdL vorree prolungare di 1 anno ritoccando l’ingaggio no a 2,5 milioni, il doppio dello stipendio attuale. Sarri, giustamente ne vuole 4, che sono meno di quanti ne prende Allegri – in testa con 4 punti di vantaggio a 3 dalla ne – e più di Di Francesco, Inzaghi e sopratutto Spalletti.
La distanza tra le parti c’è ed è notevole, sopratutto di concetto oltre che per le cifre.

E solo un rilancio in grande stile del club con l’acquiosto di almeno 3 top player metteree al riparo dalla ipotesi che Sarri aia esaurito anche lui la tensione nervosa necessaria per vincere.
Il margine di crescita di questo organico si è esaurito.
Il Napoli, così com’è quest’anno, difcilmente può ripetere i 90-95 punti. Quindi?

Ma De Laurentis usciree distrutto dal pagamento, della clausola da 8 milioni che libereree Sarri!
L’allenatore è stimato dalla città e il cine-presidente saree chiamato a pagare un conto molto salato.
Insomma, al di là dei desiderata di Sarri, De Laurentis deve garantire le condizioni perchè il tecnico possa e quindi voglia restare.
Stessa domanda che si stanno facendo alla Juventus, e che denì il ciclo di Sacchi al , o quello di Pep Guardiola al . Modelli ispiratori del sarrismo.

Con quali alternative, poi?
Giampaolo saree raggiungibile. All’estero Luis Enrique, era una scelta intrigante…ma lo spagnolo vede meglio l’Arsenal.
Tuchel è destinato al . Al Chelsea potree tornare Ancelotti o proprio Sarri.
Seguito anche dal Monacò…
Poi c’è la Juve, dove Allegri potree decidere di lasciare proprio dopo l’impresa del Settimo, quarto consecutivo personale, strappato al Napoli.
Tutto può accadere, ma a Napoli dipende sol,o da De Laurentis!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply