ULTIM'ORA

Napoli, 1-0 è 2°! Higuain lancia la corsa scudetto…

serie-a-il-napoli-e-secondo_1011650-2015

di Paolo Paoletti – Il vince 1-0 col e sale al 2° posto alla pari di Fiorentina, Lazio e Inter. Roma in testa a +2: tutto aperto per il mucchio selvaggio di un molto mediocre ma assolutamente avvincente.
A Verona decisivo che segna al 14′ st, dopo 1301 minuti di attesa in trasferta!
Cross di Ghoulam, sinistro al volo ad anticipare Cesar. Bizzarri vede il pallone passargli tra le mani.
Pipita colpisce anche due pali nel primo tempo.
Il deve rammaricarsi per l’occasione divorata da Castro in avvio e il rigore non concesso per evidente mani di in area nelle battute finali.
Sarri riporta il dove lo aveva lasciato Mazzarri. Troppo presto per pensare alla scudetto, ma finalmente gli azzurri sono tornati a giocare da squadra. Benitez faccia mea culpa e chiuda la parentesi in cui ha dato meno di quanto ricevuto.

Dal cambio di modulo da 4-3-1-2 a 4-3-3, il ha vinto 8 partite su 9: 24 fatti e solo 3 subiti nelle ultime 8 gare tra ed Europa League. Lo 0-0 col Carpi e l’1-0 col sono molto diversi non solo per il risultato.

Sarri aspettava la prova del 9 a Verona, si può dire di averla superata.
L’ampio turnover in Danimarca col Midtjylland, ha consentito di presene una squadra fresca, tridente Callejon--.

Maran, espulso dopo il mani di in area di rigore, deve piangere per l’occasionissima di Castro trasformato proprio da lui in giocatore a tutto campo.
Un solo lampo di poco dopo la richiesta di sostituzione: al 56′ il solito destro a giro fa volare Bizzarri. Tre minuti e capitola. Cross rasoterra di Ghoulam, anticipa Cesar e la sbatte dentro.

Pipita a 7 , raggiunge Eder in testa ai cannonieri. Prima volta da quando è in Italia. Lo aspettava in trasferta dal 18 gennaio contro la Lazio. Un che vale l’aggancio a Fiorentina e Lazio, battute. E l’Inter avversaria prossimamente.
Con questo , ora provare a vincere il è doveroso.

VOTI.
Bizzarri 6,5. Tiene in piedi il nel primo tempo, non può nulla su
Cesar 5. lo fa ammattire e lo anticipa in occasione del
Castro 4. Pesa come un macigno l’errore all’inizio che poteva indirizzare la gara su altri binari

7. Due pali nel primo tempo e il - nel secondo. Incontenibile
Allan 6.5. Cuore, corsa e qualità: 11 milioni di euro che meglio non potevano essere investiti
Albiol 6,5. Ottima prova del centrale spagnolo, lontano parente del difensore in stato confusionale visto l’anno scorso

TABELLINO. - 0-1
(4-3-1-2): Bizzarri 6,5; Cacciatore 5,5, Gamberini 6, Cesar 5, Gobbi 5,5; Castro 5, Rigoni 6, Pinzi 5,5 (19′ st Birsa 6); Pepe 6 (27′ st Pellissier 5,5), Meggiorini 5, Paloschi 5,5 (37′ st Inglese sv).
A disp.: Seculin, Bressan, Dainelli, Sardo, Frey, Radovanovic, Christiansen, Mpoku. All.: Maran 5,5

(4-3-3): Reina 6; Hysaj 6, Albiol 6,5, Koulibaly 6, Ghoulam 6,5; Allan 6.5, 6, 6 (32′ st Lopez sv); Callejon 6, 7 (38′ st Gabbiadini sv), 5 (25′ st 6).
A disp.: Rafael, Gabriel, Maggio, Henrique, Chiriches, Strinic, Valdifiori, Chabolah, El Kaddouri. All.: Sarri 7

Arbitro: Massa 4
Marcatori: 14′ st (N)
Ammoniti: Koulibaly, (N), Meggiorini (C)
Espulsi: al 39′ st l’allenatore del Maran per proteste

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply