ULTIM'ORA

Carlo cambia ma è ok solo avanti! Samp assente.

ancelotti.napoli.2019.2020.indica.750x450

di Paolo Jr Paoletti - Martedì al c’è la contro i in carica del .
E la Samp?
Ancelotti ridiscute e ridisegna la difensa del Napoli per mettere riparo alle prime due partite.
Turnover ragionato, per far giocare tutti e trovare nuove soluzioni!

Nonostante la Samp, poca roba, con il 4-4-2 va meglio rispetto all’anarchia dei 7 gol segnati e 7 subiti in 180′. Il risultato mette a tacere le polemiche ma scopriremo se sono buone notizie con la .

La Samp ha perso male, ma il Napoli ha lasciato ben 5 occasioni ai blucerchiati. Sventate, le prime due, da paratissime di Meret.
La differenza di qualità ha consentito i 3 punti, ma gli errori difensivi ci sono stati e seri.
Prima in mischia a seguire calcio d’angolo, poi in contropiede che Quaglilarella trasforma in assist al bacio, sprecato incredibilmente da Rigori solo davanti la porta.

Non è bello ritrovarsi ultima a zero punti dopo 3 partite, ma la strada per reagire si è intravista proprio al .

Con il 2-0 ai blucerchiati, Ancelotti ha preso tempo su disappunto e preoccupazione che ha accompagnato la squadra durante la sosta. Ha fatto respirare per la ed anche Allan, mentre Milik diventa un mistero. Che Llorente bbe occule…

Ancelotti prova una nuova coppia di ‘nani’ velocissimi e di grande palleggio. Lozano-Mertens, o viceversa, è una buona chances per giocare palla a terra. E dalla trequarti in su il Napoli da il meglio di sè. Al 13′ su suggerimento di Di Lorenzo, Mertens non perdona Audero. E diventa fa.

Il Napoli cerca subito il raddoppio, ma si sa troppo. E siccome Zielinski ‘buca’ troppe chiusure l’occasione d’ arriva per l’esordiente Rigoni, fermato chissà come, da Meret.

Perdono equilibrio sia il Napoli sia la Samp: s’allungano da una ripartenza a un’altra, con Mertens e Quagliarella. Fabio tira quando può, ma la mira è appena fuori. Dries invece spara sotto la traversa.

Fine dei 45′ con 3 gialli in campo e 1 fuori per Ancelotti.
S’atteggia La Penna sventolando il cartellino a Di Lorenzo, a Fabian, a Caprari e pure ad Ancelotti che sbarella tradendo la calma, sua virtù.

Disordinato l’avvio ripresa. Quasi noioso. Leziosi gli azzurri, scarsa e lenta la Samp.
Al 65’, Ancelotti richiama Lozano per Llorente.
Di Francesco prova Leris al posto dell’indecifrabile Regini.

Ha più fortuna Carlo: il primo pallone di Llorente è un assist per Mertens: gol con deviazione.
Ma a La Penna e la Var servono tre-minuti-tre per dare buono il gol!

A venti minuti dalla fine, ‘Ciruzzo’ chiude la partita. Anche se nella Samp c’è chi non si rassegna. Quagliarella cerca il gol fino all’ultimo momento. Lo sfiora.
dà il cambio a Elmas, forse il migliore, che meriterebbe la conferma contro i Reds.

Il Napoli con 3 punti ed una prestazione migliore di Torino ritrova fiducia.
La Samp il suo campionato deve ancora cominciarlo.
E s’è visto anche a Napoli!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply