ULTIM'ORA

Milan 2-1 sofferto, minaccia Miha: chi non lotta è fuori.

640x360_C_2_video_594649_videoThumbnail

di Nina Madonna – Chi è il destinaio del messaggio? Balotelli? Menez? Qualcun altro? Più o meno tutti quelli scesi in campo contro il Genoa e protagonisti di un finale che a non è piaciuto: “Sono contento per la , ma le partite vanno chiuse: dovevamo fare il terzo e soprattutto non soffrire così nel finale. Chi non lotta con me non giocherà più”.

“Nel girone d’andata dopo sei partite avevamo fatto 9 punti, in quello di ritorno ne aiamo fatti 14 e potevano essere di più” insiste Miha, “però non dovevamo soffrire così alla fine, aiamo rischiato il pareggio ma questo è anche colpa mia, quindi da ora in poi chi non si sacrifica fino al 94′ non vedrà più il campo: i ragazzi sanno a chi mi riferisco, non è detto che ce l’avessi con Balotelli. Bacca ancora in al primo pallone toccato? Lui ha il nel sangue, speriamo che continui così. L’aiamo pagato ma i soldi sono stati spesi bene. Quando recupereremo al massimo tutti avremo più soluzioni offensive sarà ancora più diffi per gli avversari”.

“Napoli dirà dove può arrivare il ? Sarà una gara diffi contro una delle due squadre più forti del . L stanno bene ma non sarà fa batterci”.

All’ora di pranzo il batte 2-1 il Genoa di perini, rispolverando Menez dopo più di 8 mesi d’assenza.
Vantaggio immediato con Bacca bravo a infilare Perin con un secco da dentro l’area.
Nella ripresa però il controlla e al 64′ trova il raddoppio con un sinistro dalla distanza di Honda.
Nel finale segna Cerci.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply