ULTIM'ORA

Monaco, regalo a Rosberg. Vettel 2°!

C_29_fotogallery_1009859__ImageGallery__imageGalleryItem_17_image

di Sergio Trox – Lewis Hamilton viene scippato di una netta nel GP di Monaco di e regala il successo a Nico Rosberg. Colpa di un pit-stop voluto dalla , ma non necessario dopo l’incidente tra Verstappen e Grosjean. L’inglese è rallentato dal traffico e si vede sfilare proprio da Rosberg e dalla di Vettel, chiudendo terzo. Raikkonen sesto alle spalle delle di Kvyat e Ricciardo. Out (MLaren).
La svolta del Gp c’è stata con l’ngresso della safety car al 64° giro, per un incidente al giovane olandese della T Rosso, Max Verstappen. Nel tentativo di superare la Lotus di in Grosjean, Verstappen l’ha tamponata e ha perso il controllo della sua monoposto, finendo con violenza contro una barriera di protezione. Per sfruttare l’occasione, Hamilton è andato ai box per cambiare le gomme, ma all’uscita si è trovato terzo alle spalle di Rosberg e Vettel.
Nelle ultime tornate Hamilton ha cercato di passare almeno il sta, ma non c’è stato nulla da fare. Sta di fatto che è solo la seconda volta negli ultimi 12 anni che chi parte dalla pole non vince il GP moneco. Per Rosberg si tratta così del secondo successo di fila e del terzo a (come Graham Hill e Prost), cosa che lo rilancia anche in classifica generale, sempre guidata dal compagno di team, ma ora con soli 10 punti di vantaggio.
Quanto alla , Vettel ha provato per tutta la gara a mettere pressione almeno a Rosberg, ma dopo il “fattaccio” non è riuscito a tenere il ritmo del biondo connazionale, badando a difendersi dagli attacchi di Hamilton. Per lui si tratta comunque del quinto posto stagionale, non male davvero. Kimi Raikkonen, invece, è partito sesto e sesto ha chiuso nonostante dopo il primo pit-stop fosse risalito in quinta posizione. Poi un sorpasso aggressivo (ma non ritenuto punibile dalla direzione gara) di uno scatenato Ricciardo lo ha fatto retrocedere. Proprio la si è rivista nelle posizioni alte della classifica. Ricciardo è addirittura riuscito a insidiare Hamilton e Vettel, ma poi gli è stato chiesto di lasciare la posizione a Kvyat, che lo aveva agevolato in precedenza. Primi punti per la McLaren-Honda, con Jenson Button ottavo al traguardo alle spella di Sergio Perez e davanti a Felipe Nasr e Carlos Sainz junior. Altra domenica nera per Fernando , che prima subisce una penalità di 5″ per un contatto in avvio con Hulkenberg e poi è costretto al ritiro poco dopo metà gara in seguito a un “lungo” alla Santa Devota per un problema al cambio. Non è andata molto meglio al suo compagno alla , Felipe Massa, costretto subito ai box per una foratura e un cambio d’ala anteriore e poi abbondantemente fuori dalla “top 10″ , appena dietro all’altra Williams di Bottas.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply