ULTIM'ORA

L’impero Mendes, estate da 250 milioni: “Italia? No, siamo seri”.

Jorge.Mendes.Falcao.tribuna.2014.15.690x400

di Narança Sol - Il re del mercato quest’anno ha un altro nome: Jorge Mendes. Portoghese classe 1966, ex calciatore dilettante, ex proprietario di una discoteca, Mendes ha fondato un impero che lo ha portato ad avere la procura di alcuni fra i più grandi calciatori del pianeta, da Cristiano Ronaldo in giù, oltre a tanti giocatori di livello comunque medio alto. Nel 1996 fonda la GestiFute, che nel giro di qualche anno diventa la più importante agenzia di agenti di calciatori al mondo, e dalla quale passano ormai i maggiori affari del nazionale. Fra gli assistiti di Mendes, che nel 2010, 2011 e 2012 è stato riconosciuto come Miglior agente dell’anno ai Globe Soccer Awards, figura, fra gli altri, anche José Mourinho.

I CINQUE COLPI 2014. Nella sessione di mercato che si è appena conclusa, Mendes si è superato, lasciando alla concorrenza solo le briciole. Fra i campioni della GestiFute che hanno cambiato squadra ci sono Radamel (dal Monaco al Manchester United), Angel Di Maria (dal Madrid al Manchester United), James Rodriguez (dal Monaco al Madrid), (dall’ al ) ed Eliaquim Mangala (dal Porto al Manchester ). Cinque operazioni che hanno generato solo per i cartellini uno spostamento di 250 milioni di euro, ai quali dovranno quasi sicuramente essere aggiunti fra un anno i 55 fissati per il riscatto di da parte dei Red Devils. Cinque affari che hanno fatto fruttare alla GestiFute circa 40 milioni in provvigioni.

Inoltre, in un giro d’affari che coinvolge anche il Doyen Group, impero con sedi a Malta, Istanbul, Londra e in , Mendes è stato anche più o meno direttamente coinvolto nei trasferimenti di Marcos Rojo dallo Sporting Lisbona al Manchester United (altri 20 milioni di euro) e del Chicharito Hernandez dal Manchester United al Madrid.

NO . I con cui tratta Mendes sono Madrid e il Manchester United, oltre al Monaco, epicentro delle trattative più importanti. Altri livelli rispetto al calcio no, totalmente escluso da questo giro. Jorge Mendes, il re del mercato nazionale, in non lavora.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply