ULTIM'ORA

Maurito, il bacio, il futuro… Wanda svela tutto!

C_29_articolo_1242458_upiImgLancioOriz

di Nina Madonna - E’ il ritratto della felicità, una donna che ha saputo farsi rispete e che adesso si gode i frutti del lavoro svolto. non ha mai avuto dubbi sull’effettivo valore di Mauro , ripartito dal gol. Come sempre.
Da quello che sa fare meglio.

L’Inter vince il Derby e sono già 7 i gol in 9 giornate arrivati negli ultimi 15 minuti…più 2 in Champions, sempre nel finale.
Non è un caso: Maurito è il capitano di una squadra di carattere che ha forza e capacità superiore. Supportata da una nuova tenuta mentale. Ma, in più, un centravanti che dopo essersi ritrovato con il Tottenham all’esordio in Champions, è tornato decisivo.

Decisivo è stato nel derby, quinto gol al Milan, salutato con un bacio appassionato alla moglie : l’immagine più iconica di un trionfo.

Ora il al Camp Nou, quello stadio in cui da ragazzo della cantera blaugrana Maurito ha sognato di giocare. Lo farà mercoledì sera, un tuffo in un passato che non è diventato futuro; un presente che lo sta consacrando, partita dopo partita, top player rimpianto e ricercato.

La partita del Capitano, senza Nainggolan e forse pure senza Brozovic e Perisic. Altra sfida impossibile, che esaltano .

Dietro Maurito da qualche anno c’è Wanda. E anche un po’ la sua vittoria?
“No, non è la mia vittoria. E’ solo il mio lavoro e l’ho svolto per far rimanere Mauro in nerazzurro. É sempre stato il nostro scopo perché siamo ti a questo mondo e a questa gente. Anzi, adesso abbiamo la sicurezza di rese anche per più tempo”.

Adesso sono nti tutti, anche i vostri bambini scatenati in tribuna…
“Interisti scatenati. Guai a chi gliela tocca, nessuno può dire niente contro l’Inter altrimenti si arno”.

Mauro sta sorprendendo tutti, cosa è cambiato?
“É sempre il solito professionista. Sente molto il ruolo di capitano e vuole dimostrarlo ogni settimana”.

Ma com’è Mauro dopo una partita?
“Agitato, non dorme mai. E le cose non cambiano se la partita va bene o se va male. Se non vince è nervoso e continua a girarsi nel letto, se vince e segna rivede mille volte il gol e tutta la partita per studiare come sono andate le cose”.

E invece com’è il Mauro tra le mura di casa, quando non si parla di
“É un papà meraviglioso, a 360°. Ama trascorrere tanto tempo con i bambini, giocare e fare i compiti con loro. E poi è molto molto esigente per quanto riguarda la loro educazione”.

Tornando al campo invece, Maurito ha vinto la sfida a distanza on : che effetto fa?
“Non mi piace paragonare Mauro agli altri calciatori. Lui ha 23 anni è ssimo e molto forte. Sono convinta che raggiungerà tanti altri traguardi importanti nel corso della sua carriera”

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply